Wine business Wine business Jessica Bordoni

Santa Margherita acquisisce Roco Winery in Oregon

Santa Margherita acquisisce Roco Winery in Oregon

Si tratta del primo investimento a livello internazionale di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, avvenuto attraverso la sua società di importazione e distribuzione Santa Margherita Usa. L’acquisizione delle quote di maggioranza di Roco Winery aprirà anche il canale della vendita diretta negli States.

Dal Pinot grigio al Pinot noir, si potrebbe sintetizzare. Nei giorni scorsi Santa Margherita Gruppo Vinicolo ha ufficializzato l’acquisizione delle quote di maggioranza della tenuta americana Roco Winery, nello Stato americano dell’Oregon.
L’operazione è avvenuta attraverso il braccio operativo a stelle e strisce del Gruppo, ovvero Santa Margherita Usa. Si tratta di una società di importazione e distribuzione di fine wines fondata a Miami nel 2014, che oggi ha in porfolio 10 brand italiani, tra cui le principali Tenute del Gruppo veneto (come la casa madre Santa Margherita, Ca’ del Bosco. Kettmeir, Lamole di Lamole, Mesa), ma anche altre Cantine di primo piano del panorama nazionale come Masi Agricola.

Perla della Willamette Valley

Roco Winery è il primo investimento aziendale all’estero del Gruppo vinicolo della famiglia Marzotto, famoso per aver “inventato” il Pinot grigio vinificato in bianco che nel 2021 ha festeggiato 60 anni di grandi successi. Fondata nel 2001 dal Rollin Soles e Corby Stonebraker, l’azienda si trova nella Willamette Valley; produce circa 200 mila bottiglie, tra spumanti, bianchi e rossi. Le uve di riferimento sono Chardonnay e ovviamente Pinot noir, varietà simbolo dell’Oregon. Pochi volumi, grande attenzione alla qualità; come si legge nel comunicato ufficiale diffuso a mezzo stampa: “Sono oltre 100 i punteggi superiori ai 90/100 ricevuti da importanti pubblicazioni solo nell’ultimo decennio”.

Le parole dei vertici del Gruppo

«Il vino dell’Oregon è fiorente. Sapevamo di dover essere in prima linea in una delle regioni vinicole in più rapida ascesa negli Stati Uniti per la nostra prima acquisizione a livello internazionale» ha commentato l’ad Beniamino Garofalo. «I valori di Roco Winery e di Santa Margherita Gruppo Vinicolo sono armoniosamente allineati, come il focus su terroir regionali e il rispetto per la terra. In questo quadro, l’esperienza in loco di Rollin e Corby gioca un ruolo importante nella partnership». Gli fa eco il presidente Gaetano Marzotto: «L’affinità e l’ammirazione per gli Usa ha reso la ricerca della nostra prima azienda vinicola all’estero una scelta naturale. Il mercato statunitense è molto dinamico e noi crediamo nella qualità dei vini dell’Oregon, in particolare nella regione di Willamette Valley».

L’apertura del canale direct to consumer

Santa Margherita Gruppo Vinicolo figura già tra i leader della distribuzione negli Stati Uniti. Questa acquisizione ha un duplice obiettivo: aggiungere un nuovo e importante marchio al proprio porfolio, ma anche e soprattutto vendere i vini del Gruppo direttamente al consumatore finale in alcuni Stati americani. Il sistema distributivo statunitense (Three-Tier-System) si fonda, infatti, su tre livelli (importatore/produttore, distributore e rivenditore), permettendo la vendita diretta esclusivamente alle Cantine statunitensi.

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 10/01/2022

Leggi anche ...

Anteprime e fiere 2022. Il punto sui posticipi e le nuove date ufficiali
Wine business
Anteprime e fiere 2022. Il punto sui posticipi e le nuove date ufficiali

Leggi tutto

Perché la qualità del vino non fa rima con la fidelizzazione
Wine business
Perché la qualità del vino non fa rima con la fidelizzazione

Leggi tutto

Osservatorio Signorvino, i numeri del 2021 e i progetti per il 2022
Wine business
Osservatorio Signorvino, i numeri del 2021 e i progetti per il 2022

Leggi tutto