In Italia In Italia Civiltà del bere

Prova superata a pieni voti per la Gran Selezione di Rocca delle Macìe

Prova superata a pieni voti per la Gran Selezione di Rocca delle Macìe

Rocca delle Macìe è fra le Cantine che negli ultimi tre anni hanno ricevuto giudizi di eccellenza per i loro vini da almeno tre Guide enologiche nazionali. Li abbiamo chiamati Maestri dell’eccellenza, premiando la loro costanza qualitativa. L’elenco completo è sul Top delle guide vini 2019.

Sono trascorsi più di quarant’anni da quando Italo Zingarelli, illustre produttore cinematografico con il pallino per gli ottimi vini, decise di acquistare la Tenuta Le Macìe a Castellina in Chianti, coronando così il sogno di diventare un grande vignaiolo. Oggi il progetto aziendale è portato avanti con successo dal figlio Sergio, da sua moglie Daniela e dalla terza generazione rappresentata da Giulia e Andrea.
Passione per la terra, approccio ecosostenibile e ricerca dell’equilibrio regalano etichette apprezzabili sia in gioventù sia dopo una lunga evoluzione.

Il miglior vino Rocca delle Macìe nel 2019: Chianti Classico Gran Selezione Docg 2014

È il caso del Sergio Zingarelli, Chianti Classico Gran Selezione Docg 2014, applaudito dalle maggiori Guide enologiche del 2019. «L’andamento climatico è stato caratterizzato da piogge abbondanti, brevi ma intense, alternate a giornate ventilate e temperature sotto la media che hanno decisamente messo a dura prova i viticoltori», sintetizza Sergio Zingarelli. «Tuttavia le condizioni favorevoli del mese di settembre e della prima metà di ottobre, con temperature estive, hanno consentito alle piante di raggiungere una maturazione graduale e completa. Chi come noi ha preso la decisione di diradare in più fasi e ha posto molta attenzione nei periodi di sviluppo vegetativo è riuscito a ottenere prodotti di ottima qualità: equilibrati, eleganti e con una spiccata componente aromatica».

Sergio Zingarelli, Chianti Classico Gran Selezione Docg 2014

Selezione di uve Sangiovese dal vigneto Le Terrazze. Fermentazione di 10 giorni, con 18 giorni di macerazione. La malolattica è svolta in cemento. Poi sosta in botti di rovere francese per almeno 18 mesi
e 1 anno di riposo in bottiglia.

Altre etichette premiate

Riserva di Fizzano, Chianti Classico Gran Selezione Docg 2015
Chianti Classico Docg 2016

Questo articolo è tratto da Civiltà del bere 1/2019. Se sei un abbonato digitale, puoi leggere e scaricare la rivista effettuando il login. Altrimenti puoi abbonarti o acquistare la rivista su store.civiltadelbere.com (l’ultimo numero è anche in edicola). Per info: store@civiltadelbere.com

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 22/04/2019

Leggi anche ...

Le Vigne urbane di Venezia
In Italia
Le Vigne urbane di Venezia

Leggi tutto

Concluso il restauro del dipinto barocco di San Gennaro dei Girolamini finanziato da Mastroberardino
In Italia
Concluso il restauro del dipinto barocco di San Gennaro dei Girolamini finanziato da Mastroberardino

Leggi tutto

I musei del vino, il MAVV a Portici
In Italia
I musei del vino, il MAVV a Portici

Leggi tutto