Per Vinexpo siamo, in volumi, i primi esportatori del mondo

Per Vinexpo siamo, in volumi, i primi esportatori del mondo

Vinexpo, la fiera internazionale che si svolgerà il prossimo 19-23 giugno a Bordeaux, ha pubblicato uno studio su “Il mercato italiano del vino e degli alcolici e le sue prospettive in vista del 2014”.

Secondo la ricerca, effettuata dall’IWSR (International Wine and Spirit Research),  il nostro Paese è il primo consumatore mondiale di vini fermi in termini di volume (5° in termini di valore) e per il consumo di vini commercializzati a meno di 5 USD (3,59 €) la bottiglia. Inoltre è il primo esportatore mondiale di vino in termini di volume e il secondo in termini di valore, il secondo produttore di vino d’uva, il quinto consumatore mondiale di vini frizzanti e sesto mercato mondiale in termini di consumo di vini commercializzati a più di 10 USD (7,19 €) la bottiglia.

Per quanto riguarda i consumi abbiamo raggiunto i 308 milioni di casse da 9 litri nel 2010, registrando una diminuzione dello 0,3% rispetto al 2009 e di circa l’1% rispetto al record di consumo (311,378 milioni di casse) registrato dallo studio Vinexpo / the Iwsr nel 2007.

Vinexpo

Dal 19 al 23 giugno 2011 a Bordeaux

Fra il 2010 e il 2014 lo studio prevede che il consumo degli italiani dovrebbe stabilizzarsi (-0,6 %) e che a partire dal 2012 l’Italia dovrebbe perdere la sua leadership mondiale a vantaggio degli Stati Uniti. Record anche per l’export. L’Iwsr rileva che le esportazioni di vini italiani hanno raggiunto i 212,3 milioni di casse da 9 litri nel 2009, segnando un aumento del 31,5 % rispetto al 2005 e confermando i produttori italiani come i primi esportatori mondiali in termini di volume davanti a Spagna e Francia. Nello stesso periodo le esportazioni verso la Germania (primo mercato d’esportazione per i vini italiani), il Regno Unito (secondo mercato) e gli Stati Uniti (terzo mercato) sono aumentate sensibilmente. Esse hanno registrato netti aumenti in Canada e nei Paesi Bassi ma anche in Asia e in modo particolare in Cina.

Da sottolineare comunque che, se i vini italiani sono i più esportati nel Mondo in termini di volume, la Francia rimane il primo paese esportatore per valore (7,69 miliardi di euro realizzati nel 2009 dalle esportazioni di vini francesi contro i 4,41 miliardi di euro realizzati dai vini italiani).

L’Italia è il primo mercato mondiale per il consumo di vini commercializzati a meno di 5 USD (3,59 €) la bottiglia ma solo l’8° mercato per i vini venduti fra i 5 USD ( 3,59 € ) e 10 USD (7,19 € ) e il 6° per quelli venduti a più di 10 USD (7,19 €) la bottiglia. Si prevede tuttavia che fra il 2009 e il 2014 i volumi consumati a meno di 5 USD la bottiglia dovrebbero retrocedere (-2,7 %) mentre quelli che si collocano fra i 5 USD e i 10 USD dovrebbero conoscere un incremento (+ 10,5 %) di consumo.

Tag: , ,

© Riproduzione riservata - 16/03/2011

Leggi anche ...

Lo studio di Management DiVino sui bilanci delle nostre Cantine
Wine business
Lo studio di Management DiVino sui bilanci delle nostre Cantine

Leggi tutto

Nuove acquisizioni, dal Friuli alla Puglia, passando per Toscana e Marche
Dall'Italia
Nuove acquisizioni, dal Friuli alla Puglia, passando per Toscana e Marche

Leggi tutto

Il vino in lattina conquista i giovani francesi
Dal mondo
Il vino in lattina conquista i giovani francesi

Leggi tutto