Dall'Italia Dall'Italia Luigi Pelliccia

Non si vive di solo export

Non si vive di solo export

Se sul fronte della produzione il vino allunga il passo e si affianca al food and beverage, per quanto riguardal’export la strada del recupero è ancora lunga. Usa e Germania tengono, boom della Svizzera, difficoltà per Uk e la fermata del Canada.

La seconda metà dell’anno sta delineando per la nostra industria alimentare profili di brillantezza con pochi precedenti nella storia recente. La spinta espansiva del settore si lega tutta alla eccezionale accelerazione dell’export, mentre altri parametri congiunturali confermano situazioni e trend già noti.
Le esportazioni del settore stanno mostrando infatti tassi espansivi importanti, a due cifre, trainati, a fianco dell’ottima tenuta del mercato Ue, dalle accelerazioni vistose di sbocchi come Usa, Cina, Corea del Sud, Russia.
La produzione alimentare potrebbe chiudere l’anno, così, con un tasso espansivo attorno al +6,5%. Mentre il fatturato, spinto anche dai prezzi alla produzione, potrebbe arrivare attorno a quota 154 miliardi, con un incremento del +8,0%.

Tag: ,

© Riproduzione riservata - 24/11/2021

Leggi anche ...

Cuvée Voyage, la nuova bollicina di Frescobaldi invita al viaggio
Dall'Italia
Cuvée Voyage, la nuova bollicina di Frescobaldi invita al viaggio

Leggi tutto

30 anni di Benvenuto Brunello
Dall'Italia
30 anni di Benvenuto Brunello

Leggi tutto

Censimento delle Vecchie Vigne: il Trentino
Dall'Italia
Censimento delle Vecchie Vigne: il Trentino

Leggi tutto