Massetino 2017: svelato il “second vin” di Masseto

Massetino 2017: svelato il “second vin” di Masseto

Sarà disponibile non prima di ottobre (solo un Italia e Usa), ma la notizia del secondo vino di Masseto sta rapidamente facendo il giro del mondo. Ladies and gentlemen, ecco a voi Massetino 2017.

Masseto presenta Massetino. Il second vin della celebre Tenuta toscana farà il suo debutto ufficiale a ottobre in tiratura limitatissima: 5.000 bottiglie, a causa delle caratteristiche climatiche complesse di questa prima annata 2017. Sarà disponibile esclusivamente presso una selezione di rivenditori in Italia e Stati Uniti, a un prezzo di lancio di circa il 40% di quello del Masseto. Il celeberrimo SuperTuscan del gruppo controllato dalla famiglia Frescobaldi è l’etichetta italiana più cara al mondo: online raggiunge i 6-700 euro a bottiglia, e vola oltre i 1.000 euro nelle aste internazionali. 

La nascita di Massetino 2017

La difficile annata 2017, molto calda e secca, ha reso necessaria una selezione a dir poco accurata delle uve per preservare la qualità della vendemmia. Riducendo la quantità di Masseto prodotto, l’azienda ha dato vita al nuovo progetto del Massetino. Spiega Axel Heinz, direttore della Tenuta in prossimità di Bolgheri: “Massetino nasce da un’accurata selezione dei vigneti della tenuta, effettuata durante la fase del taglio”. Per Giovanni Geddes, ceo di Masseto, “fa parte del naturale sviluppo degli eventi la produzione di un ‘second vin’ ad opera della tenuta Masseto e l’annata 2017 si è rivelata essere la più propizia”.

Un’annata calda e secca

L’annata di debutto del Massetino sarà ricordata come una delle più calde e secche degli ultimi anni. Un inverno insolitamente mite (con temperature di 3° C al di sopra delle medie stagionali) ha determinato un significativo anticipo della stagione vegetativa della vite, partita due settimane prima del consueto. Le temperature calde e il clima molto secco, tranne un breve periodo più fresco a fine aprile, hanno contraddistinto tutte le fasi vegetative e di maturazione, causando un ridotto sviluppo della chioma.

L’assaggio in anteprima

I dettagli del processo di vinificazione e affinamento saranno svelati a ottobre, quando il Massetino 2017 farà il suo debutto ufficiale. Nell’attesa, possiamo anticipare che questo rosso ampio e strutturato rispecchia le caratteristiche dell’annata, in un elegante connubio di eleganza e ricchezza. Il calice scuro, impenetrabile, sprigiona un bouquet complesso e intenso dominato da note di prugna e more. Al palato è ricco, ampio, strutturato, di straordinaria freschezza e fermezza.

Tag: , , , ,

© Riproduzione riservata - 28/06/2019

Leggi anche ...

Milano Wine Week: tutto pronto per la IV edizione
Dall'Italia
Milano Wine Week: tutto pronto per la IV edizione

Leggi tutto

Santa Margherita: la capsule collection del Pinot grigio Impronta del Fondatore
Dall'Italia
Santa Margherita: la capsule collection del Pinot grigio Impronta del Fondatore

Leggi tutto

Castello di Fonterutoli oltre le Uga: punta sui cru
Dall'Italia
Castello di Fonterutoli oltre le Uga: punta sui cru

Leggi tutto