Luca Rigotti è il nuovo presidente del gruppo Mezzacorona

Luca Rigotti è il nuovo presidente del gruppo Mezzacorona

Nel corso dell’ultima Assemblea generale dei soci Mezzacorona Guido Conci, da 40 anni presidente del gruppo, ha lasciato l’incarico a favore del vicepresidente Luca Rigotti. È un passaggio importante, che segna l’inizio di un nuovo capitolo del gruppo: Conci, cui il presidente Rigotti ha voluto dedicare la sua elezione, è una figura storica in Mezzacorona. Artefice e simbolo dell’ascesa del gruppo da piccola Cantina di borgata a importante azienda vinicola nazionale, Guido Conci ha fondato il successo di Mezzacorona sull’innovazione, investendo costantemente nella ricerca enologica e nello sviluppo di nuovi mercati, e ha visto crescere il gruppo negli anni, fino a ricevere nel 2009 il titolo di “Cantina europea dell’anno” dalla prestigiosa rivista americana Wine Enthusiast.

Oggi Mezzacorona gestisce 2.800 ettari di vigneti in Trentino-Alto Adige e quasi 1.000 ettari in Sicilia (tramite la controllata Nosio spa, di cui Luca Rigotti è presidente). La coltivazione dei terreni con sistemi di produzione integrata punta a valorizzare il territorio, incentivando l’enoturismo con progetti come la “Cittadella del Vino”. Gruppo solido e competitivo, in costante sviluppo, Mezzacorona ha saputo reagire alla crisi con una strategia produttiva e commerciale efficace.  In un anno veramente duro per l’economia italiana, i valori cooperativi della difesa e valorizzazione del lavoro dei soci – punti fermi nella guida di Conci – hanno garantito ai soci la piena occupazione e una significativa remunerazione, e il bilancio del gruppo è stato estremamente lusinghiero, con un fatturato record di 148 milioni di euro. Terminata la lunga stagione degli investimenti strutturali, ora tutti gli sforzi aziendali sono concentrati nello sviluppo commerciale: in particolare si spingerà sull’export, che già oggi costituisce il 79% del volume di affari del gruppo.

Tag: , ,

© Riproduzione riservata - 24/01/2012

Leggi anche ...

Pernod Ricard cede parte dei brand vinicoli ad Accolade Wines
Senza confini
Pernod Ricard cede parte dei brand vinicoli ad Accolade Wines

Leggi tutto

Le performance dell’agroalimentare nei primi mesi del 2024. Tra cali ed exploit
Premium
Le performance dell’agroalimentare nei primi mesi del 2024. Tra cali ed exploit

Leggi tutto

Cambi di poltrona: novità e conferme nel mondo del vino
Wine business
Cambi di poltrona: novità e conferme nel mondo del vino

Leggi tutto