LR di Colterenzio, dedica esclusiva che firma il territorio

LR di Colterenzio, dedica esclusiva  che firma il territorio

Colterenzio è fra i produttori che negli ultimi tre anni hanno ricevuto il massimo punteggio per i loro vini da almeno tre Guide enologiche nazionali. Li abbiamo chiamati Maestri dell’eccellenza, premiando la loro costanza qualitativa. L’elenco completo è sul Top delle guide vini 2020.

Tra le Cooperative più prestigiose dell’Alto Adige, Colterenzio riunisce 300 soci che lavorano con passione e tradizione 300 ettari collinari dell’omonima località altoatesina. La fondazione risale al 1960 ad opera di 28 viticoltori “ribelli e pionieri”. Tra loro anche Luis Raifer, che è stato a lungo presidente della Cantina e l’ha portata alla ribalta internazionale. Da qui la decisione di dedicargli un vino, LR, concepito ormai più di 10 anni fa a partire da un’accurata selezione delle migliori parcelle dei vigneti più vocati.

Alex Ferrigato, Martin Lemayr, Hubert Dorfmann e Max Niedermayr

Il miglior vino Colterenzio del 2020: LR, Alto Adige Riserva Bianco Doc 2015

Le Guide si sono lasciate incantare da LR, Alto Adige Riserva Bianco Doc 2015, sontuoso blend di Chardonnay, Pinot bianco e Sauvignon.
«LR 2015 si presenta con una spiccata eleganza, finezza e mineralità, in cui l’ingrediente principe è il territorio di provenienza, innalzato ai massimi livelli», commenta l’enologo Martin Lemayr, che fa parte della dirigenza insieme al direttore vendite Alex Ferrigato, all’amministratore delegato Hubert Dorfmann e al presidente Maximilian Niedermayr. «Il vino matura in botti di rovere per un anno e rimane in bottiglia per altri 12 mesi. Solamente dopo tre anni viene commercializzato nei ristoranti più esclusivi. La rete metallica che ricopre la bottiglia simboleggia la femminilità: un vedo non vedo che suscita curiosità e invoglia il cliente a scoprirne l’interno».

LR, Alto Adige Riserva Bianco Doc 2015

Concepito da Luis Raifer e dai vertici aziendali per entusiasmare una clientela esigente e rafforzare il prestigio di Colterenzio.
I vigneti che compongono la cuvée si trovano a 400-550 metri, con una resa di soli 35 ettolitri per ettaro.

Altra etichetta premiata

Lafòa, Alto Adige Cabernet Sauvignon Doc 2016

Questo articolo è tratto da Civiltà del bere 1/2020. Se sei un abbonato digitale, puoi leggere e scaricare la rivista effettuando il login. Altrimenti puoi abbonarti o acquistare la rivista su store.civiltadelbere.com (l’ultimo numero è anche in edicola). Per info: store@civiltadelbere.com

Tag: , , , , , , ,

© Riproduzione riservata - 01/04/2020

Leggi anche ...

Sangiovese di Romagna, un mosaico di diversità
In Italia
Sangiovese di Romagna, un mosaico di diversità

Leggi tutto

Gli eventi del vino di marzo
Eventi
Gli eventi del vino di marzo

Leggi tutto

Chianti Lovers & Rosso Morellino 2024, la parola ai presidenti dei Consorzi
In Italia
Chianti Lovers & Rosso Morellino 2024, la parola ai presidenti dei Consorzi

Leggi tutto