In Italia In Italia Anita Franzon

Le Doc e le Docg sono in continua evoluzione

Le Doc e le Docg sono in continua evoluzione

Inseguendo una moda, una richiesta di mercato, il cambiamento climatico o alla ricerca della qualità, le nostre denominazioni cambiano. Le istanze di divisione e quelle di unione per la semplificazione: entrambe in nome della tipicità.

È ancora fresca la notizia dell’approvazione del Prosecco Rosé da parte del Comitato nazionale vini del ministero delle Politiche agricole. Si tratta di una delle modifiche più importanti degli ultimi anni all’interno di una denominazione. La produzione del Prosecco Doc dalla nuova tinta partirà probabilmente già dalla prossima vendemmia, anche se per passare all’ufficialità si dovrà aspettare l’avvio dell’iter comunitario e la definitiva pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale europea. Sono infatti normalmente piuttosto lunghi i tempi per la creazione o la modifica di una Dop, ma spesso il risultato vale l’attesa, soprattutto in termini economici e di marketing territoriale.

Tag: , , , , , , , , , ,

© Riproduzione riservata - 25/08/2020

Leggi anche ...

Masciarelli e la nuova annata “benefica” del Castello di Semivicoli
Degustazioni
Masciarelli e la nuova annata “benefica” del Castello di Semivicoli

Leggi tutto

Alle radici del Lugana: Le Morette dalle barbatelle al bicchiere
Degustazioni
Alle radici del Lugana: Le Morette dalle barbatelle al bicchiere

Leggi tutto

Nomi insoliti (5): le sottozone dagli etimi più bizzarri
In Italia
Nomi insoliti (5): le sottozone dagli etimi più bizzarri

Leggi tutto