L’Amarone Allegrini vin d’honneur all’Ermitage

L’Amarone Allegrini vin d’honneur all’Ermitage

È ancora un italiano il vino di rappresentanza scelto quest’anno dall’Ermitage. L’Amarone della Valpolicella Classico di Allegrini, annata 2009, farà gli onori del prestigioso museo russo per il prossimo quinquennio, celebrando la nuova collaborazione scientifico-culturale dell’istituzione con la Cantina veneta.

Firma-Allegrini-Piotrovsky-

Marilisa Allegrini e Michail Piotrovsky, direttore dell’Ermitage, firmano l’accordo di collaborazione

VINO È CULTURA L’accordo giunge in concomitanza con un’importante occasione: il 250esimo anniversario dalla fondazione del Museo Ermitage. L’azienda Allegrini, particolarmente attenta al mondo dell’arte e della cultura (fra gli altri, ricordiamo gli eventi al Guggenheim di Venezia e di New York), mette inoltre a disposizione la rinascimentale Villa della Torre come sede per le iniziative culturali in cantiere con il museo russo ed Ermitage Italia, volte a valorizzare sul piano internazionale il rapporto profondo fra arte e vino.

Tag: , , , , , ,

© Riproduzione riservata - 04/03/2014

Leggi anche ...

Anche l’Italia ha un Master of Wine
Dal mondo
Anche l’Italia ha un Master of Wine

Leggi tutto

Anche in Italia nascono gli Icewine. Ecco quali sono
Dall'Italia
Anche in Italia nascono gli Icewine. Ecco quali sono

Leggi tutto

Bertinga: chiantigiano per dna, Supertuscan per vocazione
Dall'Italia
Bertinga: chiantigiano per dna, Supertuscan per vocazione

Leggi tutto