Wine business Wine business Aldo Fiordelli

La nostra distribuzione è in buona salute

La nostra distribuzione è in buona salute

Un’analisi – numeri alla mano – delle principali aziende del settore. Meregalli, Pellegrini, Cuzziol GrandiVini, Sarzi Amadè, Pescarmona e Velier parlano dei risultati raggiunti e delle novità dall’Italia e dal mondo. Riflessioni sul post Covid-19

La distribuzione è uno dei nodi cruciali del mondo del vino dopo il lockdown per l’emergenza da Covid-19. Col venir meno della ristorazione, delle enoteche e dell’hôtellerie durante il periodo di blocco, con le fiere cancellate dall’agenda enologica e con i consumatori bloccati a casa, le aziende del vino hanno spostato parte dei loro budget sulla promozione online e sulle vendite dalle piattaforme web. Con una sorta di centralizzazione della distribuzione. Cosa succederà dopo? Sarà solo una parentesi nell’emergenza o certe posizioni si stabilizzeranno?
E su quali prodotti o fasce di prezzo ci saranno cambiamenti? Per capirlo bisogna fare un passo indietro e analizzare la situazione dei principali importatori e distributori italiani.

Tag: , , , , , ,

© Riproduzione riservata - 25/07/2020

Leggi anche ...

Finanziamento garantito dal magazzino dei vini: succede a Castiglion del Bosco
Wine business
Finanziamento garantito dal magazzino dei vini: succede a Castiglion del Bosco

Per la prima volta, Castiglion del Bosco usufruisc Leggi tutto

Cambio di proprietà per l’azienda ligure Lupi
Dall'Italia
Cambio di proprietà per l’azienda ligure Lupi

L’azienda vinicola Lupi è stata acquisita da Peq Leggi tutto

Il futuro della Valpolicella per Marchesini, nuovo presidente del Consorzio
Dall'Italia
Il futuro della Valpolicella per Marchesini, nuovo presidente del Consorzio

Torna alla guida del Consorzio Tutela Vini Valpolicella Leggi tutto