Il Roggio risplende sopra al filare di Velenosi

Il Roggio risplende sopra al filare di Velenosi

Velenosi è fra i produttori che negli ultimi tre anni hanno ricevuto il massimo punteggio per i loro vini da almeno tre Guide enologiche nazionali. Li abbiamo chiamati Maestri dell’eccellenza, premiando la loro costanza qualitativa. L’elenco completo è sul Top delle guide vini 2020.

Una coppia giovanissima, quella formata da Ercole Velenosi e sua moglie Angela, quando nel 1984 decisero di scommettere su un’avventura vitivinicola che avrebbe portato presto a far conoscere nel mondo i vini della terra marchigiana prima, e abruzzese poi. Un lavoro tenace supportato da una grande passione per la vigna e la cantina e che grazie alla dinamica Angela, da sempre in giro per il mondo per aprire o consolidare nuovi mercati, si è ritagliata uno spazio importante nel panorama vitivinicolo italiano. Non passa giorno, infatti, che i vini Velenosi non ottengano premi e riconoscimenti ai concorsi internazionali e dalla stampa specializzata con alti punteggi.

Angela e Marianna Velenosi

Il miglior vino Velenosi del 2020: Roggio del Filare, Rosso Piceno Superiore Doc 2016

Il Roggio del Filare, Rosso Piceno Superiore Doc 2016, per il quale è stato fatto di recente un bellissimo restyling della bottiglia, è l’ultimo in ordine di tempo a ricevere questo importante attestato dalle principali Guide. «La parola Roggio», ci dice Angela Velenosi, che di recente è stata affiancata in azienda dalla giovane figlia Marianna, «appare in una poesia del Pascoli con il significato di fuoco rosso. Noi gli attribuiamo un concetto più esteso: i raggi del sole che attraversano le foglie della vite che li colorano di rosso. Queste foglie che, un po’ come nella poesia, risplendono sul filare. Da questo concetto nasce la prima etichetta del Roggio».

Roggio del Filare, Rosso Piceno Superiore Doc 2016

Vigneti di media densità d’impianto con uve Montepulciano (70%) e Sangiovese (30%). Vinificazione in tini di acciaio termocondizionati. La macerazione sulle bucce si protrae per circa 28 giorni con affinamento in barrique nuove per 18 mesi.

Altre etichette premiate

Ludi, Offida Rosso Docg 2016
Rève, Offida Pecorino Docg 2017

Questo articolo è tratto da Civiltà del bere 1/2020. Se sei un abbonato digitale, puoi leggere e scaricare la rivista effettuando il login. Altrimenti puoi abbonarti o acquistare la rivista su store.civiltadelbere.com (l’ultimo numero è anche in edicola). Per info: store@civiltadelbere.com

Tag: , , , ,

© Riproduzione riservata - 13/03/2020

Leggi anche ...

Cosa succede a Bolgheri
In Italia
Cosa succede a Bolgheri

Leggi tutto

VinoVip Cortina 2024: ancora una volta tra le aquile. I momenti chiave della 14ª edizione
In Evidenza
VinoVip Cortina 2024: ancora una volta tra le aquile. I momenti chiave della 14ª edizione

Leggi tutto

I Luoghi di Suavia, l’esaltazione di un grande terroir
Degustazioni
I Luoghi di Suavia, l’esaltazione di un grande terroir

Leggi tutto