In Italia In Italia Jessica Bordoni

Il nuovo calice Ais realizzato da Bormioli Rocco

Il nuovo calice Ais realizzato da Bormioli Rocco

L’Associazione Italiana Sommelier ha un nuovo calice da degustazione ufficiale. Presentato lo scorso Vinitaly dal presidente nazionale Antonello Maietta, che per l’occasione ha voluto al suo fianco il sommelier campione del mondo 2008 Luca Gardini, il bicchiere sarà adottato in tutte le degustazioni organizzate dall’ente così come ai corsi di primo, secondo e terzo livello di sommellerie.

L’INNOVATIVO VETRO STAR GLASS DI BORMIOLI ROCCO – Durante la cerimonia di benvenuto, il presidente Maietta ha spiegato le caratteristiche del modello, precisando che: «Non si tratta di un calice scelto tra una gamma preesistente, ma di un prodotto realizzato ex novo dopo due anni di studi, verifiche e sperimentazioni prima di giungere a questo eccellente risultato». La firma, come già per il calice precedente, è dell’azienda specializzata Bormioli Rocco di Fidenza (Parma), che ha realizzato un prodotto in vetro  Star Glass, capace di offrire notevole brillantezza e trasparenza.

PIÙ ELEGANTE, PIÙ GRANDE E PIÙ VERSATILE – «Il nuovo calice è un prodotto idoneo alla degustazione professionale, ma capace anche di adattarsi alla mise en place di una ristorazione attenta ad evidenziare il profilo organolettico del vino che il vecchio calice Iso non garantiva», prosegue la prima carica dell’Ais. «Questo è decisamente elegante, più versatile e adatto a molteplici varietà di vini».

PER UN’ANALISI ORGANOLETTICA D’ECCELLENZA – Passiamo ora agli aspetti tecnici, senza dubbio i più importanti per chi abbraccia la professione del sommelier e ricerca una degustazione ricca e puntuale. «A proposito dell’analisi organolettica», continua il presidente Ais Maietta, «il calice consente un’eccellente percezione dell’aspetto visivo del vino grazie all’elevato livello di purezza del vetro, realizzato con l’innovativo Star Glass, senza piombo. La maggiore ampiezza, con linee morbide e avvolgenti, garantisce un’efficace scorrevolezza e una rapida ossigenazione, mentre l’imboccatura contenuta aiuta a convogliare i profumi alla bocca del calice. Quanto al peso, più contenuto, permette un maggior bilanciamento che si traduce in maneggevolezza e praticità d’uso, senza però pregiudicare elasticità, robustezza, resistenza agli urti e quindi durata nel tempo». Sull’argomento guarda anche il Video di presentazione ufficiale a cura di Simone Savoia e Paolo Semeraro.

Tag: , , , ,

© Riproduzione riservata - 09/05/2012

Leggi anche ...

VinoVip Cortina 2024: ancora una volta tra le aquile. I momenti chiave della 14ª edizione
In Evidenza
VinoVip Cortina 2024: ancora una volta tra le aquile. I momenti chiave della 14ª edizione

Leggi tutto

I Luoghi di Suavia, l’esaltazione di un grande terroir
Degustazioni
I Luoghi di Suavia, l’esaltazione di un grande terroir

Leggi tutto

Vini di Montagna (7): la Valtellina – sottozona Inferno
In Italia
Vini di Montagna (7): la Valtellina – sottozona Inferno

Leggi tutto