I vini del 2014. Creso, la rivincita degli autoctoni

I vini del 2014. Creso, la rivincita degli autoctoni

Creso, Verona Rosso Igt 2010

«Creso ha una storia interessante», racconta Christian Scrinzi, direttore della cantina. «Il vino nasce nel 1986 con una predominanza di Cabernet nell’uvaggio, come “risposta veneta” al crescente successo dei SuperTuscan. Qualche anno dopo si perfeziona come etichetta dallo stile internazionale e diviene Igt delle Venezie. Nel 2000 è sospesa la produzione». Dieci anni dopo il rilancio e Creso cambia. Nell’ottica di un’azienda più territoriale, la nuova ricetta prevede la preponderanza della Corvina e una percentuale di Cabernet appassito.

 

creso-fbUve: Corvina 65%, Cabernet 35%

Vinificazione e affinamento: la Corvina viene raccolta e vinificata a corretta maturazione con macerazione. Il Cabernet viene appassito e poi pigiato a novembre, all’uva viene aggiunto il vino della Corvina e si svolge una nuova fermentazione. Affinamento in barrique nuove per 12 mesi e in bottiglia per altri 6 mesi

15% vol.

Longevità: 6 – 7 anni

Prezzo medio in enoteca: 20 €

Premi: 91 p. Wine Enthusiast 2013, 90 p. Parker 2013, 88 p. Wine Spectator 2013

Abbinamenti: carni alla griglia, barbecue, filetti, carni rosse e formaggi stagionati

 

Bolla
045.68.36.555
giv@giv.it
www.bolla.it
Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 16/05/2014

Leggi anche ...

Sangiovese e Cesanese per rinnovare il Governo
Dall'Italia
Sangiovese e Cesanese per rinnovare il Governo

Il Governo all’uso toscano non ha niente a Leggi tutto

Assicurarsi una buona vendemmia
Dall'Italia
Assicurarsi una buona vendemmia

Non solo avversità atmosferiche. Anche errori umani, guast Leggi tutto

Milano Wine Week 2020, una guida ragionata
Dall'Italia
Milano Wine Week 2020, una guida ragionata

Milano Wine Week 2020: dal 3 all’11 ottobr Leggi tutto