I Vini del 2013: 2006 Riserva cult del Brunello Biondi Santi

I Vini del 2013: 2006 Riserva cult del Brunello Biondi Santi

Brunello di Montalcino Docg Riserva 2006

Il culto delle Riserve è sempre stata una prerogativa del Brunello Biondi Santi. Prodotte solo nelle annate eccezionali, nascono fin dall’inizio come tali grazie all’utilizzazione delle migliori uve dei vigneti più vecchi e meglio esposti. «Il 2006 è stata una vendemmia stupenda», ha ricordato Franco Biondi Santi, il patriarca dei vini di Montalcino scomparso due giorni fa, «e il risultato è un Brunello di grande armonia con il giusto rapporto tra tannini e acidità. Un vino persistente e destinato a essere straordinariamente longevo». Per coloro che non intendono però aspettare mezzo secolo, Franco Biondi Santi ha consigliato comunque di stappare e scolmare un poco la bottiglia almeno otto ore prima.

Fascia di prezzo: oltre 50 euro.

Uve: Sangiovese 100%.

Gradi: 13,5% vol.

Vinificazione e affinamento: 36 mesi in botte grande, poi in cemento o inox, 6 mesi in bottiglia.

Longevità: fino a 100 anni.

Note: 5 grappoli Ais 2013, 3 bicchieri Gambero Rosso 2013, 4 stelle Vini buoni d’Italia Touring Club 2013, 95 punti Parker (The Wine Advocate) 2012, 95 punti James Suckling 2012, 97 punti Wine Spectator 2012, super 3 stelle Veronelli 2013.

Abbinamento: arrosto di selvaggina da penna.

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 09/04/2013

Leggi anche ...

Vigna Michelangelo, la rinascita di un vigneto urbano di Firenze
In Italia
Vigna Michelangelo, la rinascita di un vigneto urbano di Firenze

Leggi tutto

Marchesi Antinori festeggia i 50 anni del Tignanello contribuendo al restauro del Ponte Vecchio
In Italia
Marchesi Antinori festeggia i 50 anni del Tignanello contribuendo al restauro del Ponte Vecchio

Leggi tutto

50 anni di storia del vino: da alimento a buon mercato a prodotto di culto
In Italia
50 anni di storia del vino: da alimento a buon mercato a prodotto di culto

Leggi tutto