Fivi: il nuovo spot dedicato all’app dei vignaioli indipendenti

Fivi: il nuovo spot dedicato all’app dei vignaioli indipendenti

Il video ha per protagonista un detective che indaga su un caso misterioso. I “colpevoli” sono i produttori aderenti alla Fivi, che grazie all’app possono essere facilmente localizzati.  

Uno spot per sostenere l’app e promuovere l’incoming nelle Cantine dei vignaioli indipendenti italiani. È questo l’obiettivo della nuova campagna di comunicazione Fivi, che nei giorni scorsi ha lanciato un video di poco meno di 2 minuti sui suoi canali social (qui il link alla piattaforma YouTube).

Un caso investigativo da risolvere

Il video è stato commissionato ai registi Gianmaria Pezzato e Michele Purin, con protagonisti gli attori Stefano Detassis e Andrea Bonfanti. Lo storytelling ruota intorno alla figura di un detective che, con l’aiuto del suo assistente, sta cercando di risolvere un caso decisamente complicato. Da “stanare” ci sono, infatti, oltre milleseicento persone, ovvero i vignaioli Fivi disseminati in tutto il territorio nazionale. Sono loro i “colpevoli” di un “complotto su scala nazionale”: la produzione di vini di grandissima qualità. La svolta nell’indagine arriva con la scoperta dell’app ufficiale Fivi, che permette di localizzarli uno ad uno. 
 

Tante funzionalità a portata di smartphone

Lanciata nel 2020 e recentemente aggiornata, l’app è scaricabile gratuitamente negli store per dispositivi Apple e Android. Disponibile in italiano e in inglese, apre un canale diretto con le oltre 1.600 aziende italiane associate a Fivi, dando la possibilità di mettersi in contatto con i produttori per organizzare visite e degustazioni personalizzate. L’utente può effettuare una ricerca in ordine alfabetico, per regione o parola chiave; oppure trovare le Cantine su una mappa geo-localizzata, avviando il navigatore per raggiungerle.
Tra le funzioni dell’applicazione, c’è anche la possibilità di creare delle liste con le proprie aziende preferite. Dalle schede aziendali, attraverso dei tasti rapidi, si accede direttamente agli e-commerce delle singole Cantine per l’acquisto delle bottiglie. Nella sezione dedicata agli eventi, nei prossimi mesi si potrà anche accedere al catalogo del Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti, in programma a Bologna dal 25 al 27 novembre 2023, con più di mille Vignaioli presenti.

Storie e territori di tutto lo Stivale

«I vignaioli indipendenti sono i principali protagonisti dell’enoturismo in Italia, perché sono intrinsecamente legati al loro territorio. Lo tutelano con il loro lavoro e lo raccontano attraverso i loro vini, offrendo al turista un’esperienza completa di conoscenza del mondo del vino, dal vigneto alla cantina», ha spiegato Rita Babini, vignaiola in Emilia Romagna e segretario nazionale dell’associazione.
«Fivi è ramificata in tutta Italia, dai pendii della Valle d’Aosta a Pantelleria. Con i suoi oltre 1.600 soci, rappresenta una rete perfetta non solo per il turista che vuole conoscere il nostro Paese attraverso le sue eccellenze enologiche, ma anche per le gite fuori porta e i week end di svago. A volte si possono scoprire piccoli tesori, a pochi chilometri da dove abitiamo, e i vignaioli sono pronti a farveli scoprire».

Tag:

© Riproduzione riservata - 17/07/2023

Leggi anche ...

Le performance dell’agroalimentare nei primi mesi del 2024. Tra cali ed exploit
Premium
Le performance dell’agroalimentare nei primi mesi del 2024. Tra cali ed exploit

Leggi tutto

Cambi di poltrona: novità e conferme nel mondo del vino
Wine business
Cambi di poltrona: novità e conferme nel mondo del vino

Leggi tutto

Federvini, in 20 anni boom dell’export di vino italiano
Wine business
Federvini, in 20 anni boom dell’export di vino italiano

Leggi tutto