Wine business Wine business Jessica Bordoni

Nasce Distribuendo, start up di distribuzione sostenibile

Nasce Distribuendo, start up di distribuzione sostenibile

Fondata ad aprile da Dario Carcano e Mauro Pincione, la nuova società di distribuzione ha sede a Paderno Dugnano. In portfolio 13 Cantine per un totale di 60 referenze distribuite in esclusiva nelle province di Milano e Monza Brianza. Ma l’obiettivo è crescere su scala nazionale.

Per molti la pandemia ha rappresentato un cambio di rotta, un’opportunità per ripensare la professione e dare vita a un progetto tailor made costruito sui propri interessi e valori. Così è stato anche per Dario Carcano e Mauro Pincione, che lo scorso aprile hanno fondato Distribuendo Wines & Spirits, società di distribuzione che opera su Milano, la sua provincia e quella di Monza Brianza.

Due soci, due amici

«Con Mauro siamo amici storici, ci frequentiamo da almeno 15 anni», racconta Dario Carcano. «Io arrivo da un passato manageriale in una multinazionale americana e successivamente in Regione Lombardia. Il vino è da sempre una grande passione, ma non me ne sono mai occupato professionalmente prima d’ora». Il vero “tecnico” è Mauro, fine connaisseurs di vini italiani ed esteri, che ha lavorato per molti anni presso Cuzziol, tra i principali distributori e importatori italiani di fine wines.

Distribuendo Wines & Spirits
Dario Carcano e Mauro Pincione

Un’attenta selezione

Nel 2020 il Covid ha cambiato la vita di entrambi, spingendoli ad creare un progetto fondato su principi e ideali comuni. In primis la genuinità e l’integrità dei prodotti in portfolio: vini distintivi, capaci di esprimere il territorio d’origine, ma anche la personalità e lo stile di chi li produce.
«Per noi la relazione con i vignaioli è imprescindibile», racconta Mauro Pincione. «Abbiamo deciso di non rivolgerci a marchi già distribuiti da altri e abbiamo visitato più volte le aziende che attualmente compongono il catalogo Distribuendo, chiacchierando a lungo con i produttori e assaggiando ripetutamente le loro referenze prima di inserirle in scuderia».

Presente e futuro

L’obiettivo è diventare un marchio affidabile per i player del canale Horeca, distribuendo in esclusiva un gruppo di marchi d’eccellenza italiani e non solo. Oggi Distribuendo rappresenta 13 Cantine per un totale di oltre 60 etichette, a cui si aggiunge un piccolo assortimento di spirits.
«Nel 2022 l’intenzione è ampliare ulteriormente la gamma dei prodotti e dei produttori distribuiti in un’ottica di copertura nazionale delle principali regioni e aree vinicole», precisa Mauro Pincione.

Una distribuzione sostenibile

«Il nostro modo di fare business si basa su un patto di fiducia tra noi e i nostri clienti, cercando di coniugare flessibilità e sostenibilità», spiega Dario Carcano. Tutta la merce viene consegnata con mezzi full-electric che utilizzano energia proveniente da un impianto fotovoltaico che copre anche il fabbisogno della sede aziendale.
«Il quartier generale è a Paderno Dugnano, dove abbiamo recuperato uno spazio di proprietà della mia famiglia che un tempo ospitava un mobilificio. Gli uffici sono stati ristrutturati, implementando i locali della cantina. Abbiamo anche creato un’area dedicata alla degustazione, dove noi e la nostra piccola rete di agenti ci ritroviamo per i tasting».

Il Franciacorta Rosé Docg 2015 di Barbalonga

La cena al Bon Wei di Milano

Per il suo debutto ufficiale Distribuendo ha scelto il Bon Wei di Milano, storico ristorante di alta cucina cinese in zona Sempione, dove il 22 novembre si è svolta una cena-degustazione per la stampa alla presenza di tutti i produttori in portfolio (eccetto KlepKa Sausse Champagne). Di seguito i vini degustati nel corso della serata.

Barbalonga – Franciacorta Rosé Docg 2015
75% Chardonnay e 25% Pinot nero con oltre 24 mesi di affinamento sui lieviti. Una bollicina intrigante e ben definita. Finale piacevolmente agrumato e cremoso.

Carlo di Pradis Collio Friulano Doc 2020
Nel calice un bianco espressivo e floreale, con richiami vegetali e una vibrante mineralità. Già godibilissimo, ha davanti a sé una bella evoluzione

Maus Locher – Pinot Blanc, Alto Adige Doc 2019
Un Pinot bianco raffinato e discreto, che esprime al meglio le caratteristiche varietali di quest’uva Al naso note fresche di mela e limone, in bocca è agile e bilanciato.

Tenuta Santori – Offida Pecorino Docg 2019
Nessun passaggio in legno per questo Pecorino in purezza succoso e profondo. Il bouquet colpisce per la ricchezza di sfumature, che vanno dalla frutta a polpa gialla ai ricordi balsamici. Palato ampio e materico.

Tenuta Colpaola – Verdicchio di Matelica Doc 2019
I vigneti posti a 650 metri di altezza con esposizione ottimale ad est regalano al vino una personalità fresca e scattante. Profilo olfattivo di pesca, mimosa e cedro; ottima bevibilità.

Borgo San Daniele – Arbis Blanc, Venezia Giulia Igt 2018
Blend di Friulano, Chardonnay, Pinot bianco e Sauvignon che fermentano e affinano esclusivamente in acciaio. Naso complesso con note di fiori di campo, erbe officinali e miele. Il sorso è ricco, sorretto da una preziosa mineralità.

Stefano Occhetti – Langhe Nebbiolo 2019
L’azienda si trova nel cuore del Roero ed è guidata dal dinamico Stefano Occhetti, che ha scelto di dedicarsi al Nebbiolo e alle sue molteplici sfumature. Qui un rosso fruttato, elegante, ritmato. Tannini ben presenti ma leggiadri.

Plonerhof –  Riserva Exclusiv Alto Adige Pinot Nero Docg 2016
Un ottimo esempio delle potenzialità del Pinot nero in terra altoatesina. Bouquet seducente di marasca, frutti di bosco e rosa canina. In bocca equilibrio e persistenza da vendere.

Irene Badalà – Etna Rosso Doc 2016
Gli appezzamenti si trovano in località Passopisciaro, a Castiglione di Sicilia (Catania). Il Nerello mascalese viene affinato per 10 mesi in barrique di III e IV passaggio prima dell’imbottigliamento. Fruttato, sapido e piacevolmente speziato.

Pieve Santo Stefano – Ludovico Sardini, Colline Lucchesi Rosso Doc 2016
Sangiovese con un piccolo saldo di Colorino e Syrah che vengono affinati 12 mesi in botti di rovere. Il risultato è un rosso radioso e concentrato dai tannini levigati.

Cantina Menegola – Valtellina Sassella Riserva Docg 2013
Le piante, che superano i 100 anni, crescono in perfetta simbiosi con il terreno roccioso sottostante. Nel calice ottima acidità e fine trama tannica. Volume e leggerezza insieme per un grande rosso identitario.

Foto di apertura: i fondatori di Distribuendo Wines and Spirits e i produttori che rappresentano in esclusiva

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

© Riproduzione riservata - 07/12/2021

Leggi anche ...

Santa Margherita acquisisce Roco Winery in Oregon
Wine business
Santa Margherita acquisisce Roco Winery in Oregon

Leggi tutto

Perché la qualità del vino non fa rima con la fidelizzazione
Wine business
Perché la qualità del vino non fa rima con la fidelizzazione

Leggi tutto

Osservatorio Signorvino, i numeri del 2021 e i progetti per il 2022
Wine business
Osservatorio Signorvino, i numeri del 2021 e i progetti per il 2022

Leggi tutto