Premium Premium Alessandro Torcoli

Chi vincerà la partita europea delle fiere internazionali tra Parigi, Düsseldorf e Verona? La nostra inchiesta

Chi vincerà la partita europea delle fiere internazionali tra Parigi, Düsseldorf e Verona? La nostra inchiesta

Londra al momento resta al palo. Un sondaggio che ha coinvolto 207 imprenditori vinicoli italiani ne fotografa riflessioni e intenzioni. La corazzata tedesca scricchiola e la Francia ne approfitta. Vinitaly con qualche accorgimento tirerà la volata.

E alla fine della fiera, anzi delle fiere? L’avevamo promesso: bisognava indagare più a fondo l’esito dei principali appuntamenti del 2023, per il mondo del vino, un’infilata di tre mega eventi (e mezzo) che sono tornati dopo la pausa pandemica. In estrema sintesi, qualcosa è cambiato rispetto al 2018, ultimo anno paragonabile, soprattutto in termini di percepito (ProWein meno indiscutibile, Parigi molto attraente) e con una grande conferma, quella di Vinitaly, che ha registrato alti indici di gradimento.
Il “mezzo” evento cui accennavamo è la London Wine Fair, l’ultima arrivata del 2023. Da anni prova a risollevarsi (dopo una crisi conclamata già prima della pandemia), ma non ci riesce nonostante sulla carta sia la naturale candidata a ospitare la più internazionale delle manifestazioni, considerato che si trova su un terreno neutrale (Francia, Germania e Italia sono anche leader nella produzione, a differenza del Regno Unito) e che resta uno dei principali crocevia del commercio mondiale del vino, dove si vendono vini provenienti da tutto il pianeta.
Insomma, in parte le sensazioni che avevamo tratto dalla partecipazione a queste fiere sono confermate, ma questa inchiesta indipendente riserva qualche riflessione nuova che era sfuggita alle conversazioni sul campo, forse perché un questionario compilato a freddo aiuta a esprimersi più liberamente dopo una riflessione anche interna all’azienda.

Tag: , , , ,

© Riproduzione riservata - 25/06/2023

Leggi anche ...

Le performance dell’agroalimentare nei primi mesi del 2024. Tra cali ed exploit
Premium
Le performance dell’agroalimentare nei primi mesi del 2024. Tra cali ed exploit

Leggi tutto

Caffè: con il design c’è più gusto
L'altro bere
Caffè: con il design c’è più gusto

Leggi tutto

Belgian Tripel, potenza e bevibilità
L'altro bere
Belgian Tripel, potenza e bevibilità

Leggi tutto