Bilancio 2009 positivo per il Gruppo Lavazza

Bilancio 2009 positivo per il Gruppo Lavazza

Nei giorni scorsi l’assemblea dei soci del Gruppo Lavazza Spa ha approvato il bilancio per l’anno 2009. Compatibilmente con l’incerto quadro economico mondiale, i dati resi noti rilevano una situazione favorevole: i ricavi netti ammontano a 1.093 milioni di euro, in linea con l’anno precedente, mentre l’Ebitda (l’indicatore di redditività) si mantiene sui 168 milioni di euro – contro i 169,5 del 2008. Sotto il profilo patrimoniale l’azienda ha migliorato di circa 50 milioni di euro la propria posizione finanziaria, attestandosi intorno ai 480 milioni di euro complessivi. Il risultato operativo è circa il 15%, l’utile netto consolidato di 43,8 milioni di euro (nel 2008 era 55,1).

Gaetano_Mele_AD

L'AD Gaetano Mele

«Il risultato che abbiamo conseguito in un anno di crisi per l’economia mondiale», ha spiegato l’amministratore delegato Gaetano Mele, «è decisamente positivo e ne siamo molto soddisfatti. Nel 2009 Lavazza ha mantenuto le posizioni nei mercati storici e, in linea con la strategia di crescita dei Paesi emergenti, ha registrato significativi incrementi di fatturato sia nell’area Asia-Pacific (+5%) sia nel Centro-Sud America (+33%) che nell’Europa dell’Est (+7%)».

Quanto al 2010, Lavazza ha acquisito ben tre società, l’italiana Ercom, la bulgara Onda Coffee Break e l’argentina Coffice. Ottimistiche le parole di Mele anche riguardo a questo inizio d’anno: «Nei primi quattro mesi del 2010 registriamo un incremento del fatturato del 5%. Questo dato ci induce a essere fiduciosi. Le direttrici dell’azienda continueranno a essere: il mantenimento della leadership in Italia e nei diversi canali, lo sviluppo del porzionato con il sistema a cialde A Modo Mio, la crescita internazionale e il consolidamento organizzativo e commerciale delle acquisizioni compiute».

Da segnalare, tra i progetti che il Gruppo ha in programma nel prossimo futuro, la realizzazione del nuovo quartier generale Lavazza a Torino.

Tag:

© Riproduzione riservata - 08/06/2010

Leggi anche ...

Michele Bernetti racconta la scalata del Verdicchio
Wine business
Michele Bernetti racconta la scalata del Verdicchio

Leggi tutto

Vini, spiriti e aceti: le filiere Federvini generano l’1,5% del Pil
Wine business
Vini, spiriti e aceti: le filiere Federvini generano l’1,5% del Pil

Leggi tutto

Wine Paris & Vinexpo Paris: oltre 120 appuntamenti dedicati ai trend e alle sfide del settore
Wine business
Wine Paris & Vinexpo Paris: oltre 120 appuntamenti dedicati ai trend e alle sfide del settore

Leggi tutto