Atlante del vino 2021: l’Emilia Romagna

Atlante del vino 2021: l’Emilia Romagna

Una terra generosa, sia per i numeri produttivi sia per l’articolata geografia vitivinicola. Dai colli piacentini alla “terra di mezzo” bolognese fino alla Romagna del Sangiovese e del ritrovato Albana: Fabio Giavedoni ci racconta una regione ricca di sfaccettature, che ha ancora tanto da dare.

L’Atlante del vino italiano 2021 si può acquistare qui

Una media annua di quasi 6 milioni di ettolitri di vino prodotti da oltre 22.000 agricoltori e aziende viticole (dati Coldiretti): sono questi i numeri della produzione vitivinicola dell’EmiliaRomagna, una terra decisamente “generosa” e piuttosto articolata nella sua geografia produttiva. Una regione che già nel nome manifesta le due distinte anime territoriali che la compongono: quel piccolo trattino che unisce (ma che anche divide) Emilia con Romagna racchiude e separa un mondo di significati diversi, anche dal punto di vista della produzione vinicola. Per confermare questa basta cogliere questo primo e macroscopico aspetto: l’ingente produzione di frizzanti della tradizione emiliana si arresta bruscamente ai confini con la Romagna, dove da sempre si sono prodotti solamente vini fermi.

Tag: ,

© Riproduzione riservata - 15/05/2021

Leggi anche ...

La campagna Wine Funding di Elena Fucci. Si può donare fino al 7 luglio
Dall'Italia
La campagna Wine Funding di Elena Fucci. Si può donare fino al 7 luglio

Leggi tutto

Atlante del vino 2021: le Marche
Dall'Italia
Atlante del vino 2021: le Marche

Leggi tutto

Gavi, la forte personalità di un grande bianco
Dall'Italia
Gavi, la forte personalità di un grande bianco

Leggi tutto