Ais Toscana festeggia il fondatore de I Balzini

Ais Toscana festeggia il fondatore de I Balzini

Una qualificata rappresentanza di sommelier Ais della Toscana, guidati dal presidente nazionale Antonello Maietta, ha festeggiato i 30 anni di iscrizione all’associazione di Vincenzo D’Isanto, fondatore dell’azienda toscana I Balzini. Un’avventura, la sua, iniziata nel 1980 quando impiantò il primo vigneto sulle colline di Barberino Val d’Elsa e proseguita nel tempo con il coinvolgimento della moglie Antonella (che da alcuni anni gestisce in prima persona l’azienda) e della figlia Diana.

i-balzini-group-fbLA BORSA DI STUDIO PER IL TERZO LIVELLO AIS – Pur svolgendo a tempo pieno la professione di commercialista, Vincenzo D’Isanto è sempre stato vicino all’Ais e alle sue iniziative, tanto che di recente ha promosso una borsa di studio riservata ai sommelier professionisti che quest’anno hanno frequentato il terzo livello presso la delegazione di Firenze. In settembre i migliori sommelier si riuniranno ai Balzini per una prova finale che decreterà i primi tre classificati. Il vincitore avrà diritto al rimborso dei costi dell’intero corso e a una targa commemorativa. La premiazione avverrà all’interno dell’Eccellenza di Toscana 2014, la manifestazione che da anni richiama gli appassionati del buon vino e che si terrà il prossimo 14 dicembre presso Villa Castelletti a Signa, vicino a Firenze.

WHITE LABEL IN VERTICALE – La festa in azienda è stata preceduta da una verticale, riservata ai sommelier e alla stampa, di dieci annate del vino storico della famiglia D’Isanto, I Balzini White Label, a partire dalla sua prima annata, il 1987, del quale Antonella e Vincenzo conservano gelosamente alcune preziose bottiglie. A seguire poi il 1988, il 1995, il 1997, il 1998, il 1999, il 2001, il 2007, il 2008 e il 2009. Basato inizialmente sul Sangiovese, oggi il White Label Igt Colli della Toscana Centrale è ottenuto da Sangiovese e Cabernet Sauvignon in parti uguali. A guidare la degustazione è stato il responsabile della delegazione Ais di Firenze, Massimo Castellani, presente anche l’enologo consulente Barbara Tamburini. A fine lunch, tutti gli ospiti hanno potuto assaggiare I Balzini White Label 1987 accompagnato da un formaggio al vino, oltre al rosato Pink Label e al rosso Green Label.

i-balzini-tasting-web

La verticale di White Label

Tag: , , , , , , ,

© Riproduzione riservata - 07/07/2014

Leggi anche ...

Al Seminario Masi vini “per sottrazione” per un consumo responsabile
In Italia
Al Seminario Masi vini “per sottrazione” per un consumo responsabile

Leggi tutto

In arrivo i Roero Days alla Reggia di Venaria Reale
In Italia
In arrivo i Roero Days alla Reggia di Venaria Reale

Leggi tutto

Chianti Classico Casanuova di Nittardi: per il 40° l’etichetta artistica diventa un premio internazionale
In Italia
Chianti Classico Casanuova di Nittardi: per il 40° l’etichetta artistica diventa un premio internazionale

Leggi tutto