In Italia In Italia Civiltà del bere

5 Stelle, Sfursat 2015 da meditazione

5 Stelle, Sfursat 2015 da meditazione

Nino Negri è fra le Cantine che negli ultimi tre anni hanno ricevuto giudizi di eccellenza per i loro vini da almeno tre Guide enologiche nazionali. Li abbiamo chiamati Maestri dell’eccellenza, premiando la loro costanza qualitativa. L’elenco completo è sul Top delle guide vini 2019.

Lo scorso novembre l’arte dei muretti a secco è entrata nella lista dei beni immateriali Patrimonio dell’umanità Unesco, che ha riconosciuto il loro ruolo nel creare “una relazione armoniosa fra l’uomo e la natura”. Lo sanno bene alla Nino Negri, storica azienda di Chiuro fondata nel 1897. Le viti, terrazzate e in forte pendenza, vengono lavorate con cura dagli oltre 280 soci per un totale di 31 ettari di proprietà e 130 a conduzione diretta, che fanno di Nino Negri la più grande realtà vitivinicola della Valtellina.

Il miglior vino Nino Negri nel 2019: 5 Stelle Sfursat 2015

Al centro dell’attività c’è l’uva Nebbiolo, localmente chiamata Chiavennasca, da cui nascono rossi di struttura e longevità come il 5 Stelle, Sfursat di Valtellina Docg 2015. «L’andamento climatico si è dimostrato particolarmente favorevole», ha precisato il direttore Danilo Drocco. «A un inverno asciutto, è seguito un maggio estremamente piovoso, che ha ristabilito gli equilibri idrici del vigneto. L’estate, calda e con poche precipitazioni, ha garantito un’ottima maturazione delle uve. Settembre è stato piovoso oltre la media, ma la vendemmia per lo Sfursat – cominciata il 19 settembre e terminata il 13 ottobre – si è svolta in totale assenza di precipitazioni rilevanti. Il risultato è un vino da meditazione morbido, profondo, espansivo e adatto sempre: sia durante il pasto sia fuori».

5 Stelle, Sfursat di Valtellina Docg 2015

Solo il 35% dei grappoli posti in appassimento vengono selezionati. La fermentazione si protrae per 12 giorni tra i 25-26 C°, segue un affinamento in barrique francesi nuove di Allier e Nevers per 20 mesi e 6 mesi in bottiglia.

Altre etichette premiate

Castel Chiuro, Valtellina Superiore Riserva Docg 2009
Vigneto Fracia, Valtellina Superiore Docg 2015

Questo articolo è tratto da Civiltà del bere 1/2019. Se sei un abbonato digitale, puoi leggere e scaricare la rivista effettuando il login. Altrimenti puoi abbonarti o acquistare la rivista su store.civiltadelbere.com (l’ultimo numero è anche in edicola). Per info: store@civiltadelbere.com

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 15/04/2019

Leggi anche ...

La “nuova” Docg Castelli di Jesi Verdicchio
In Italia
La “nuova” Docg Castelli di Jesi Verdicchio

Leggi tutto

La Tinazzi (R)evolution comincia dal Bilancio di Sostenibilità 2021
In Italia
La Tinazzi (R)evolution comincia dal Bilancio di Sostenibilità 2021

Leggi tutto

I musei del vino: Museo della civiltà del vino Primitivo a Manduria
In Italia
I musei del vino: Museo della civiltà del vino Primitivo a Manduria

Leggi tutto