Dall'Italia Dall'Italia Civiltà del bere

Untitled di Sam Falls entra nella collezione di Antinori Art Project

Untitled di Sam Falls entra nella collezione di Antinori Art Project

Untitled (Antinori) di Sam Falls è il nuovo importante progetto site-specific di Antinori Art Project. L’opera va ad arricchire la collezione permanente di arte contemporanea custodita (e visitabile) presso la Cantina Antinori nel Chianti Classico.

La famiglia Antinori presenta Untitled (Antinori), un nuovo importante progetto site-specific commissionato all’artista statunitense Sam Falls (San Diego, 1983) e curato da Ilaria Bonacossa. L’opera è inedita e concepita per interagire con il paesaggio vitato che circonda la Cantina Antinori nel Chianti Classico, dove è esposta.

La mano dell’artista c’è, ma non si vede

Untitled (Antinori) è un’opera pittorica ambientale site-specific. Una grande tela, lunga e stretta, quasi un orizzonte, cosparsa di pigmenti a secco, è stata lasciata tra le vigne. Attraverso il contatto con elementi naturali e atmosferici la tela è stata dipinta dalla natura: la vegetazione circostante, il sole, la pioggia, l’umidità notturna, gli animali che abitano il territorio, danno vita a una tavolozza ambientale attivata dall’artista, ma trasformata dal caso e dallo scorrere del tempo. Infine, la tela è stata istallata in uno dei due scaloni che attraversano la struttura, creando “una sorprendente crasi tra interno ed esterno, tra natura e architettura contemporanea”.

Un’opera che racconta l’interazione tra Uomo e Natura

L’arte di Sam Falls trova più di un parallelismo nella tradizione vinicola: entrambe le pratiche ruotano infatti intorno alla relazione tra uomo e natura, e le opere che ne derivano nascono all’interno del sottile equilibrio tra l’intervento dell’artista, o del viticoltore, e il ruolo che il tempo, l’aria e il clima giocano nell’interazione con la materia prima. La genesi di questo lavoro – al contempo pittorico e concettuale, sospeso tra intervento ambientalista e land art – trasforma la pittura in un processo in cui la mano dell’artista scompare a favore della natura e dei suoi tempi estesi e imprevedibili. Il risultato è una sorta di frottage in cui le sagome delle foglie e delle piante, la luce e le ombre creano una trama sospesa tra astratto e figurativo.

Sam Falls

Chi è Sam Falls

Sam Falls (1984) vive e lavora a Los Angeles. La sua arte riesce a mettere in dialogo i suoi diversi interessi: la fotografia, la pittura, la performance e la scultura. L’artista si serve infatti dei principi fondanti di questi linguaggi: la luce, il colore, l’azione e la qualità della materia. In maniera analoga alla produzione del vino, il processo artistico si sviluppa nel tempo e vede gli agenti climatici e atmosferici farsi protagonisti di una trasformazione che può essere solo parzialmente governata. Così, ciascuna tela si sviluppa a partire dalle specifiche condizioni ambientali in cui prende vita. L’artista agisce in maniera minimale, trasformandosi in agent provocateur e, al contempo, spettatore sorpreso. “Nature is the new minimalism”, titola una personale dell’artista tenutasi nel 2018 presso la Galleria Civica di Trento.

Antinori Art Project: una collezione aperta al pubblico

Antinori Art Project è stato avviato nel 2012 come naturale prosecuzione dell’attività di collezionismo della famiglia Antinori, in collaborazione con curatori affermati. Una parte della collezione di famiglia di dipinti, ceramiche e antichi manoscritti ha lasciato lo storico Palazzo Antinori di Firenze per trovare collocazione nella nuova Cantina ed essere accessibile al pubblico che giornalmente visita la zona del Chianti Classico. Fra le attività in corso, è stato avviato uno speciale programma di commissioni annuali rivolto a giovani ma già affermati protagonisti della scena artistica nazionale e internazionale.

Tutti gli artisti coinvolti

Gli interventi di Antinori Art Project hanno visto nel biennio 2012/2013, a cura di Chiara Parisi, il coinvolgimento di Yona Friedman, Rosa Barba e Jean-Baptiste Decavèle. Nel 2014, con l’arrivo di Ilaria Bonacossa alla direzione artistica biennale del progetto, Tomàs Saraceno ha realizzato l’opera Biosphere 06, cluster of 3, installata nello spazio verticale dello scalone interno della cantina. Il 2015 è stata la volta della mostra Still Life Remix, dedicata all’intramontabile tema della natura morta e dell’installazione dell’opera Clessidra dell’artista Giorgio Andreotta Calò. Il 2016 ha visto l’acquisizione dell’opera site-specific Giant Fruit di Nicolas Party e la commissione dell’opera Portal del Angel dello scultore Jorge Peris, un precario arco di trionfo realizzato attraverso la riappropriazione di materiali locali, come gli antichi orci di terracotta usati storicamente per conservare l’olio. Nel 2017 è stata la volta di Stefano Arienti che, in dialogo profondo con la preziosa “Lunetta Antinori”, ovvero La resurrezione di Cristo di Giovanni della Robbia risalente al XVI Secolo, ha realizzato Altorilievo: una rielaborazione della logica compositiva dell’opera del Della Robbia.

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 22/09/2019

Leggi anche ...

Nasce Milano Wine Club, dedicato agli amanti del vino
Dall'Italia
Nasce Milano Wine Club, dedicato agli amanti del vino

Su modello londinese, nasce il Milano Wine Club. Leggi tutto

Bianco d’Alessano, tra i primi a essere innestato
Dall'Italia
Bianco d’Alessano, tra i primi a essere innestato

Il Bianco d’Alessano, oggi coltivato soprattutto a Martina Leggi tutto

Pinot nero Castelfeder: presentati tre nuovi cru
Dall'Italia
Pinot nero Castelfeder: presentati tre nuovi cru

La famiglia Giovanett, che nel 2019 festeggia 50 Leggi tutto