Pasqua 11 Minutes: è il tempo del rosato

Pasqua 11 Minutes: è il tempo del rosato

Si chiama 11 Minutes, proprio come il tempo in cui, durante la pressatura soffice delle uve, le bucce restano a contatto con il mosto. Da questo perfetto skin contact si ottengono le parti più nobili dell’acino, nonché le lievi tonalità rosate che contraddistinguono questa innovativa etichetta della famiglia Pasqua. Presentato per la prima volta durante il Vinitaly 2017, 11 minutes è un Igt Trevenezie della linea Icons dedicata ai vini più emblematici della Cantina veronese. Si tratta di un rosato fresco e avvolgente, dal bouquet profumatissimo e dal sorso intenso, che nasce da un incontro fra gli autoctoni Corvina (50%) e Trebbiano di Lugana (25%) e gli internazionali Syrah (15%) e Carménère (10%).

Autoctoni e internazionali per un rosato eclettico

«11 Minutes parla di qualità e innovazione, due caratteri distintivi della nostra azienda», spiega il presidente Umberto Pasqua. «Il particolare blend esprime tutto il nostro amore per il territorio e al contempo la nostra capacità di innovare, grazie al know how consolidato da una storia quasi centenaria». La Corvina, dominante in termini percentuali, è stata scelta per gli aromi floreali che dona al vino e per l’acidità con cui lo connota. Il Trebbiano di Lugana apporta eleganza e lunghezza nel retrogusto. Il Syrah regala preziose note fruttate e speziate, mentre il Carmènère conferisce struttura.

Incontra la tendenza globale

Come precisa Riccardo Pasqua, amministratore delegato: «Abbiamo studiato i trend emergenti e individuato nel rosé una tendenza globale, trasversale ai mercati in cui operiamo. Lo abbiamo interpretato con uve provenienti da vigne posizionate in una delle anse più belle del lago di Garda, tra Sirmione e Bardolino. Un terroir unico, la nostra lunga tradizione enologica e il wine trend si sono incontrati in questo progetto a cui teniamo molto e che ci sta dando importanti soddisfazioni».

Come nasce Pasqua 11 minutes

Dopo gli 11 minuti di contatto buccia-mosto, quest’ultimo viene raffreddato e portai in una vasca di acciaio dove rimane per circa 11 ore, il tempo necessario perché avvenga la decantazione delle parti più solide. Segue un travaso e poi il mosto viene inoculato con lieviti selezionati. La fermentazione alcolica si mantiene tra i 13 e i 16 gradi Celsius e poi il vino rimane a contatto con le fecce fini per 3-4 mesi. Va servito fresco, tra i 10 e i 12 gradi Celsius, e si rivela un compagno ideale durante il rito dell’aperitivo o in abbinamento a delicati antipasti e secondi piatti di pesce. è perfetto durante la bella stagione, ma la sua versatilità lo rende un vino per tutto l’anno e per ogni occasione.

 

Pasqua Vigneti e Cantine
via Belvedere 135 37131 Verona 045.84.32.111
italia@pasqua.it www.pasqua.it
Twitter: @PasquaWinery
Instagram: pasquawines

L’articolo completo è su Civiltà del bere 3/2018. Per continuare a leggere acquista il numero sul nostro store (anche in digitale) o scrivi a store@civiltadelbere.com

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 18/07/2018

Leggi anche ...

Rive 70th Anniversary Bortolomiol, omaggio all’inventore del Prosecco Brut
Dall'Italia
Rive 70th Anniversary Bortolomiol, omaggio all’inventore del Prosecco Brut

Rive 70th Anniversary è un omaggio alla memoria Leggi tutto

Una storia sbagliata
Dall'Italia
Una storia sbagliata

E niente, alla fine bisognava per forza guardarlo, Leggi tutto

Vendemmia 2019, meno uva, ma più che buona
Dall'Italia
Vendemmia 2019, meno uva, ma più che buona

Dopo la vendemmia record del 2018, quando la Leggi tutto