Harlequin di Zýmē, saltimbanco che sa invecchiare

Harlequin di  Zýmē, saltimbanco che sa invecchiare

Zýmē è fra le Cantine che negli ultimi tre anni hanno ricevuto giudizi di eccellenza per i loro vini da almeno tre Guide enologiche nazionali. Li abbiamo chiamati Maestri dell’eccellenza, premiando la loro costanza qualitativa. L’elenco completo è sul Top delle guide vini 2019.

Il vino inteso come simbolo di un modo di vivere autentico e in sintonia con la natura, di cui l’uomo è custode e abile interprete. È questa, in sintesi, la filosofia di Celestino Gaspari, che per il suo progetto enologico ha scelto la parola greca Zýmē, ovvero lievito, elemento chiave per l’avvio della fermentazione e, più in generale, attitudine continua al cambiamento e all’evoluzione, sia a livello lavorativo che esistenziale.

Il miglior vino Zýmē del 2019: Harlequin 2009

Nella Cantina veronese di San Pietro in Cariano, tradizione e innovazione corrono parallele: da un lato i vini storici della Valpolicella, dall’altro etichette sperimentali che rinnovano il territorio, come il premiatissimo Harlequin, Veneto Rosso Igt 2009. «L’inverno è stato nevoso, con temperature basse da fine dicembre», spiega Celestino Gaspari. «A maggio si è registrata una vera e propria inversione di tendenza, con valori molto alti alternati a passaggi di correnti più fresche in arrivo dal Nordest. La stagione estiva è proseguita in maniera generosa, intervallando bellissime giornate a leggere piogge. Non dimentichiamo poi che siamo partiti con ottime scorte d’acqua dall’inverno. Si è arrivati quindi a settembre con giornate stupende, asciutte, caratterizzate da alte escursioni termiche. L’Harlequin dimostra buona croccantezza del frutto e ricchezza, garanzie di ottima longevità per vent’anni e più».

Harlequin, Veneto Rosso Igt 2009

Questo vino sfaccettato nasce da 15 uve a bacca bianca e rossa pigiate tutte insieme senza diraspatura. Poi fermentazione di 30 giorni con lieviti indigeni in vasca di cemento, affinamento di 30 mesi in barrique nuove e 2 anni in bottiglia

Altre etichette premiate

Al mio maestro, Amarone della Valpolicella Classico Amandorlato Docg 2011
Ama, Amarone della Valpolicella Classico Docg 2011
Kairos, Veneto Rosso Igt

Questo articolo è tratto da Civiltà del bere 1/2019. Se sei un abbonato digitale, puoi leggere e scaricare la rivista effettuando il login. Altrimenti puoi abbonarti o acquistare la rivista su store.civiltadelbere.com (l’ultimo numero è anche in edicola). Per info: store@civiltadelbere.com

Tag: , ,

© Riproduzione riservata - 05/06/2019

Leggi anche ...

Il Moscatello selvatico ha un solo padrone
Dall'Italia
Il Moscatello selvatico ha un solo padrone

Il Moscatello Selvatico è una rarità pugliese c Leggi tutto

I rossi chiaroscurali di Davide Fregonese, dalla Borsa alla vite
I commenti di Alessandro Torcoli
I rossi chiaroscurali di Davide Fregonese, dalla Borsa alla vite

Davide Fregonese tiene a precisare che la sua Leggi tutto

Giacomo Savorini direttore del Consorzio del Lambrusco di Modena
Dall'Italia
Giacomo Savorini direttore del Consorzio del Lambrusco di Modena

Giacomo Savorini è il nuovo direttore del Consorzio Leggi tutto