Dall'Italia Dall'Italia Roger Sesto

Forastera, bianco da vigne eroiche

Forastera, bianco da vigne eroiche

Le vecchie viti di Forastera su terreni terrazzati danno vita a un bianco profumato e fresco che Cenatiempo Vini d’Ischia realizza dal 2011.

«La nostra esperienza di vinificazione con il Forastera in purezza inizia nel 2011», così Pasquale Cenatiempo dell’omonima Cantina di Ischia. «Nel 2010 subentriamo nella conduzione di un vigneto di Lacco Ameno: si tratta di un appezzamento eroico, irregolarmente terrazzato, che segue la naturale curvatura delle colline e impone una lavorazione manuale».

Grappolo di Forastera

Il raro e profumato Forastera di Cenatiempo

Da qui Cenatiempo vendemmia le uve alla base del suo Ischia Forastera Doc. Un vino raro (4.000 bottiglie l’anno), molto apprezzato dal pubblico. Il suolo vulcanico permette alle radici delle vecchie viti di scendere in profondità, consentendo alla pianta di sopportare condizioni estreme: annate siccitose e brezze marine che impediscono una vegetazione eccessiva, determinando una bassa produzione per ceppo che contribuisce a esaltare le caratteristiche di freschezza e finezza del vino che se ne ottiene, dagli aromi delicati di fiori bianchi, di calibrata struttura e acidità, che si presta alla vinificazione in acciaio.

Per conoscere gli altri autoctoni della Campania clicca qui.
L’articolo sui vitigni autoctoni campani prosegue su Civiltà del bere 4/2019. Se sei un abbonato digitale, puoi leggere e scaricare la rivista effettuando il login. Altrimenti puoi abbonarti o acquistare la rivista su store.civiltadelbere.com (l’ultimo numero è anche in edicola). Per info: store@civiltadelbere.com

Tag: , ,

© Riproduzione riservata - 01/10/2019

Leggi anche ...

Nasce Milano Wine Club, dedicato agli amanti del vino
Dall'Italia
Nasce Milano Wine Club, dedicato agli amanti del vino

Su modello londinese, nasce il Milano Wine Club. Leggi tutto

Bianco d’Alessano, tra i primi a essere innestato
Dall'Italia
Bianco d’Alessano, tra i primi a essere innestato

Il Bianco d’Alessano, oggi coltivato soprattutto a Martina Leggi tutto

Pinot nero Castelfeder: presentati tre nuovi cru
Dall'Italia
Pinot nero Castelfeder: presentati tre nuovi cru

La famiglia Giovanett, che nel 2019 festeggia 50 Leggi tutto