Andrea Bravaccini è il primo Alfiere del Prosecco

Andrea Bravaccini è il primo Alfiere del Prosecco

È Andrea Bravaccini il vincitore della prima edizione del Gran Premio Alfiere del Prosecco. Accanto al giovane sommelier della sezione Ais Romagna, si aggiudicano il podio Mauro Massarin (Ais Veneto),  secondo classificato, e Andrea Galanti (Ais Toscana) al terzo posto.

IL CONCORSO – Riservato ai membri Ais under 35, il Gran Premio Alfiere del Prosecco è stato ideato dall’Associazione Italiana Sommelier in collaborazione con Carpenè Malvolti. Domenica 27 maggio la Cantina di Conegliano (Treviso) ha ospitato le fasi conclusive della competizione: degustazioni alla cieca, prove di servizio, abbinamenti al cibo e la correzione di una carta dei vini hanno messo alla prova i finalisti, alla presenza di una giuria di professionisti: Rosanna Carpenè, Renato Paglia (vicepresidente nazionale Ais), Dino Marchi (presidente Ais Veneto), Cristiano Cini (responsabile nazionale concorsi Ais) e la giornalista Emanuela De Ros.

IL PRIMO ALFIERE DEL PROSECCO – Il primo classificato, Andrea Bravaccini, è sommelier del Ristorante del Lago ad Acquapartita, frazione di Bagno di Romagna (Forlì Cesena); in gara, il giovane ha dimostrato un’approfondita conoscenza del terroir e della produzione di Prosecco Superiore Valdobbiadene Conegliano Docg, meritando il titolo di Alfiere del Prosecco. Bravaccini appartiene alla sezione romagnola Ais, che lo ha aiutato e sostenuto nei mesi di preparazione al concorso.

Tag: , , , ,

© Riproduzione riservata - 04/06/2012

Leggi anche ...

Masi e Santa Margherita Usa insieme sul mercato americano
Dal mondo
Masi e Santa Margherita Usa insieme sul mercato americano

Siglato un importante accordo fra Masi Agricola Leggi tutto

Nel 2020 guardiamo oltre le guerre commerciali
Wine business
Nel 2020 guardiamo oltre le guerre commerciali

Nonostante i problemi a livello internazionale, l’anno appena Leggi tutto

Pinot grigio delle Venezie, un 2019 da ricordare
Wine business
Pinot grigio delle Venezie, un 2019 da ricordare

Nonostante il momento difficile, nel 2019 il Pinot Leggi tutto