Un 2014 da Mille e una Notte

Un 2014 da Mille e una Notte

Donnafugata è fra le Cantine che negli ultimi tre anni hanno ricevuto giudizi di eccellenza per i loro vini da almeno tre Guide enologiche nazionali. Li abbiamo chiamati Maestri dell’eccellenza, premiando la loro costanza qualitativa. L’elenco completo è sul Top delle guide vini 2019.

Marsala, Contessa Entellina, Pantelleria e di recente anche l’Etna e Vittoria. I vigneti di Donnafugata spaziano dalla punta nord-occidentale dell’isola a quella meridionale, offrendo un mosaico di profumi, sapori e colori che rivelano la straordinaria diversità enologica della Sicilia.
Iniziato nel 1983, il progetto imprenditoriale della famiglia Rallo si fonda sui valori della sostenibilità ambientale e dell’eccellenza qualitativa, perseguita attraverso un approccio sartoriale e scelte innovative sia in vigna che in cantina

Il miglior vino Donnafugata nel 2019: Mille e una notte 2014

Il risultato è una collezione di vini eclettici e dalla forte personalità, come l’elegantissimo Mille e una Notte, Terre Siciliane Igt 2014, che quest’anno ha conquistato i massimi favori dalle Guide enologiche. «L’andamento climatico si è dimostrato piuttosto equilibrato, con un inverno relativamente mite e una primavera fresca e piovosa», spiega Antonio Rallo, oggi alla guida aziendale insieme alla sorella Josè e alla madre Gabriella. «Le piogge si sono concentrate nei mesi primaverili, mentre luglio e agosto sono trascorsi senza eccessi di canicola e con ottime escursioni termiche tra il giorno e la notte. Questo ha favorito la produzione di vini particolarmente equilibrati. Nel caso del Mille e una Notte siamo di fronte a un rosso morbido e avvolgente, icona di stile e di eleganza».

Mille e una Notte, Terre Siciliane Igt 2014

Dall’unione di Nero d’Avola, Petit Verdot, Syrah e altre uve. Fermentazione in acciaio con macerazione di 14 giorni a 28-30 °C. Affinamento di 14 mesi in barrique di rovere francese nuove, poi almeno 24 mesi in bottiglia

Altre etichette premiate

Chiarandà, Contessa Entellina Chardonnay Sicilia Doc 2015
Sur Sur, Grillo Sicilia Doc 2017

Questo articolo è tratto da Civiltà del bere 1/2019. Se sei un abbonato digitale, puoi leggere e scaricare la rivista effettuando il login. Altrimenti puoi abbonarti o acquistare la rivista su store.civiltadelbere.com (l’ultimo numero è anche in edicola). Per info: store@civiltadelbere.com

Tag: , , ,

Leggi anche ...

Piano di Montevergine 2013 vince le difficoltà del clima
Dall'Italia
Piano di Montevergine 2013 vince le difficoltà del clima

Feudi di San Gregorio è fra le Cantin Leggi tutto

Il Canaiolo bianco ricorda il Riesling
Dall'Italia
Il Canaiolo bianco ricorda il Riesling

Le prime documentazioni della presenza del Canaiolo bianco Leggi tutto

Ode all’eleganza del Sauvignon Russiz 2013
Dall'Italia
Ode all’eleganza del Sauvignon Russiz 2013

Marco Felluga e Russiz Superiore è fra Leggi tutto