Dall'Italia Dall'Italia Civiltà del bere

La vite ad alberello di Pantelleria diventa Patrimonio Unesco

La vite ad alberello di Pantelleria diventa Patrimonio Unesco

La vite ad alberello di Pantelleria è ufficialmente Bene immateriale dell’Umanità per l’Unesco. È la prima volta che una pratica agricola ottiene il prestigioso riconoscimento. «Questo importante traguardo deve diventare un ulteriore stimolo e un invito, soprattutto in vista dell’Expo, a credere di più nelle potenzialità delle nostre tradizioni per dare vita a uno sviluppo sostenibile, facendo leva sulla cultura produttiva dei nostri territori» ha commentato Vincenza Lo Monaco (rappresentante permanente per l’Italia all’Unesco), a capo della delegazione insieme a Pier Luigi Petrillo (responsabile ufficio Unesco del Ministero delle Politiche agricole), Salvatore Gabriele (sindaco di Pantelleria) e Antonino Di Giacomo (commissario straordinario Irvo).

alberello-pantelleria-unescoANCHE A MILANO PER EXPO 2015 – All’assemblea generale dell’Unesco a Parigi c’era anche Dario Cartabellotta, responsabile unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo di Expo 2015, che ha annunciato un ruolo di primo piano per l’isola: «Affidando a Pantelleria l’apertura degli eventi del Cluster a Expo riconosciamo il primato di una terra che, tra l’Europa e l’Africa, ha saputo offrire all’uomo la sintesi più felice delle colture e delle culture del Mediterraneo. Un vero patrimonio di biodiversità».

IL PANORAMA DI PANTELLERIA – La coltivazione della vite che oggi caratterizza il suggestivo paesaggio pantesco ha un valore storico e culturale di rilievo per l’isola: l’alberello basso, allevato in conca per ripararlo dai venti di scirocco e greco levante, e i suoi terrazzamenti in pietra ne hanno modellato nel tempo il panorama. Una viticoltura eroica, spesso caratterizzata da pendenze estreme, che ancora oggi può avvalersi solo del lavoro manuale dell’uomo.

Tag: , , , ,

Leggi anche ...

Natale gourmet: scegli il tuo menu d’autore
Dall'Italia
Natale gourmet: scegli il tuo menu d’autore

A Natale siamo tutti più buoni. Quante volt Leggi tutto

Autoctono in terra straniera: il Wildbacher dalla Stiria a Treviso
Dall'Italia
Autoctono in terra straniera: il Wildbacher dalla Stiria a Treviso

Il Wildbacher è un vitigno originario della Stiria. Leggi tutto

Ca’ di Rajo, paladini della vigna a Bellussera
Dall'Italia
Ca’ di Rajo, paladini della vigna a Bellussera

La bollicina più prestigiosa dell’azienda della famiglia Cecchetto Leggi tutto