La vigna dalle uve d’oro è la Valpolicella

La vigna dalle uve d’oro è la Valpolicella

Vale ben 4 miliardi di euro il territorio vitato più prezioso d’Italia: la Valpolicella. Con un valore medio compreso fra 530 e 550 mila euro a ettaro (studio 2014 Assoenologi), il regno dell’Amarone sbaraglia la concorrenza di altre zone altamente vocate della Penisola: da Montalcino alle piemontesi Barbaresco e Barolo, esclusa la sottozona Cannubi. E il vento sembra soffiare a favore: il peso economico di questi 7435 ettari è cresciuto di 200 milioni di euro negli ultimi cinque anni. Un’ottima notizia per salutare la nuova annata 2011 di Amarone, degustata in anteprima lo scorso weekend a Verona.

IL VALORE DEL BRAND – «Al potenziale valore complessivo del nostro vigneto occorrerebbe aggiungere quello, intangibile, dato dal brand di qualità che si sono costruite le nostre produzioni, Amarone in primis. È su questo asset che stiamo lavorando per far crescere l’immagine del nostro territorio in tutto il mondo» ha commentato Christian Marchesini, presidente del Consorzio Tutela Vini Valpolicella. Complessivamente la produzione vinicola dell’area conta 60 milioni di bottiglie (per l’80% esportate), pari a 550 milioni di euro tra Valpolicella, Ripasso, Recioto e Amarone, che da solo vale 325 milioni (dati 2013); la percentuale di prodotto imbottigliato e certificato è molto alta (96,75% secondo Ismea).

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 02/02/2015

Leggi anche ...

Export 2019: la spinta c’è, ma siamo sotto scacco
Dal mondo
Export 2019: la spinta c’è, ma siamo sotto scacco

Anche se nei primi 5 mesi dell’anno Leggi tutto

Less but better: che vino si beve in Norvegia
Dal mondo
Less but better: che vino si beve in Norvegia

Cresce l’interesse dei consumatori scandinavi per rosé Leggi tutto

Quanto sarà lunga l’onda dell’export?
Wine business
Quanto sarà lunga l’onda dell’export?

L’avvio 2019 è stato lusinghiero per il food Leggi tutto