Il giro del mondo delle vigne in 200 giorni

Il giro del mondo delle vigne in 200 giorni

Il giro del mondo (vinicolo) in 200 giorni. Non è una riedizione slow del romanzo avventuroso di Jules Verne, bensì un progetto, meno avventuroso ma altrettanto stimolante, di quattro giovani studentesse francesi di economia che ha preso il via il 30 gennaio scorso. Loro sono le Worldwine Women.

Quel giorno Alice, Alexandra, Atalante e Louise, tutte tra i 23 e i 24 anni di età, grandi appassionate di vino, sono partite per Città del Capo per iniziare il giro del mondo dei vigneti che durerà appunto sei mesi e le porterà a visitare cinquanta vigne in dieci differenti Paesi.

Sei mesi dal Sudafrica alla Francia… passando per la California

Le quattro giovani (si sono date anche un nome, “Worldwine Women“) dal Sudafrica si sposteranno prima in Cile e poi in Argentina giusto nel periodo vendemmiale. Rimarranno ancora nell’emisfero australe per visitare Nuova Zelanda e infine Australia. Lasceranno il Sud per ripartire dalla Cina, quindi la California e finalmente torneranno in Europa. Prima Italia (la Toscana), poi Spagna (Rioja), Portogallo per concludere il tour in Francia.

Le quattro Worldwine Women

Lavoro e passione per scoprire i mille volti di Bacco

Solo un viaggio di piacere per conoscere da vicino i luoghi di produzione dei vini del mondo? Niente affatto, perché il progetto di Alice, Alexandra, Atalante e Louise prevede anche di lavorare assieme ai viticoltori locali aiutandoli in vigna e in cantina. Ma non solo, perché il loro obiettivo è anche quello di studiare e approfondire molteplici aspetti, come i sistemi di produzione nei Paesi cosiddetti emergenti, il ruolo crescente delle donne nel settore, i cambiamenti climatici e naturalmente anche lo sviluppo dell’enoturismo. Come si vede, un progetto di ampio respiro.

Gli obiettivi del viaggio

Prima di partire alla volta di Città del Capo, le giovani francesi hanno spiegato sulle pagine del sito Ulule, specializzato in crowdfunding, che “questo viaggio enologico ci permetterà di conoscere meglio le novità che emergono nel mondo del vino sia in termini di produzione che di commercializzazione e consumo. D’altra parte ci interessa molto anche il rapporto che esiste oggi tra tradizione e innovazione”.

Città del Capo

Un progetto finanziato col crowfunding

Per finanziare una parte del loro viaggio Alice, Alexandra, Atalante e Louise hanno organizzato una campagna di finanziamento collettivo, appunto il crowdfunding tanto di moda oggi, che solo in gennaio ha fruttato loro 6 mila euro. Inoltre si avvalgono di importanti sponsor. Naturalmente il team pubblicherà articoli e video con interviste ai produttori durante il loro viaggio tra i vigneti del mondo.

Come seguire le intrepide Worldwine Women

Sarà possibile anche seguirle attraverso il loo sito internet (www.worldwinewomen.com), un blog e la pagina Facebook Worldwine Women. La conclusione dell’appassionante viaggio è prevista per i primi di agosto, giusto in tempo per prepararsi al nuovo anno accademico.

Tag:

© Riproduzione riservata - 07/03/2019

Leggi anche ...

Export 2019: la spinta c’è, ma siamo sotto scacco
Dal mondo
Export 2019: la spinta c’è, ma siamo sotto scacco

Anche se nei primi 5 mesi dell’anno Leggi tutto

Vino svedese? Si può fare!
Dal mondo
Vino svedese? Si può fare!

Oltre a sciogliere irreversibilmente i ghiacci dell’Artide, Leggi tutto

Un gran rosé de La Gordonne (e due spumanti a sorpresa)
Dal mondo
Un gran rosé de La Gordonne (e due spumanti a sorpresa)

Vai ad assaggiare vini di Provenza di Château Leggi tutto