Dall'Italia Dall'Italia Civiltà del bere

I prossimi appuntamenti all’enoluogo

I prossimi appuntamenti all’enoluogo

Continuano gli appuntamenti “enoluogici” nel Salotto del vino milanese. Stasera sarà la volta della sesta lezione del corso “ABC” di degustazione primo livello, sul tema “I rossi della tradizione”. Il corso ormai volge al termine e le ultime due lezioni saranno dedicate alla tecnica della degustazione e alla teoria e tecnica dell’abbinamento.

Venerdì 18 novembre si preannuncia una serata memorabile: in scena i SuperTuscan con un appuntamento aperto al pubblico durante il quale i fortunati partecipanti potranno assaggiare cinque fra i più rinomati e blasonati vini rossi italiani dell’ultimo decennio: Ornellaia 2007, Sassicaia 2008, Luce 2007, Schidione 2001 e Tignanello 2008. Un’occasione unica, una vera competizione tra campioni del mondo. Sono vini che hanno fatto grande il nome dell’enologia toscana e italiana nel mondo.

Martedì 22 novembre ci aspetta il secondo appuntamento con “Cis & Bir”, questa volta riservato ai membri dell’Associazione Villa Favard di Firenze, ex studenti della Facoltà di Economia e Commercio del capoluogo toscano che risiedono e lavorano a Milano. E siamo arrivati alle settimane che precedono il Natale: venerdì 25 novembre l’enoluogo di Civiltà del bere propone otto etichette fra Spumanti e Champagne, per assaggiarli, confrontarli, capirli e, perché no, acquistarli.  Tutte le serate avranno inizio alle ore 20.  Per info enoluogo@civiltadelbere.com o 02.91.32.44.62.

I partecipanti al corso ABC di primo livello impegnati nell'esame organolettico di un vino

 

Tag: , , , , , ,

Leggi anche ...

WOW! 6 motivi per partecipare al concorso di Civiltà del bere
Dall'Italia
WOW! 6 motivi per partecipare al concorso di Civiltà del bere

Un produttore di vino che crede nella qualità Leggi tutto

Viaggio a Modigliana: il Sangiovese dell’Appennino
Dall'Italia
Viaggio a Modigliana: il Sangiovese dell’Appennino

Il comune romagnolo di Modigliana si incontra prima Leggi tutto

Zucchero nel vino: perché solo d’uva?
Dall'Italia
Zucchero nel vino: perché solo d’uva?

Se è vero che il pianeta si sta Leggi tutto