Dal mondo Dal mondo Elena Erlicher

Hugh Johnson mette all’asta la sua cantina

Hugh Johnson mette all’asta la sua cantina

Hugh Johnson, Master of Wine e collaboratore della rivista inglese Decanter, ha messo all’asta la cantina della sua casa dell’Essex, a nord-est di Londra. Il lotto che si è aggiudicato la cifra più alta, 6.600 sterline, era composto da tre bottiglie di Château Pétrus 2000. Tra le altre etichette d’èlite, battute ieri da Sworders Stansted Mountfitchet, nel nord Essex, si sono distinte 12 bottiglie di Haut-Brion 1990 (vendute per 3.900 sterline), 12 bottiglie di Château Margaux 1996 (3.800) e 12 bottiglie di Cheval Blanc 1998 (3.100). In totale la casa d’aste ha raccolto 88.000 sterline.

I LOTTI ITALIANI – Il noto wine-writer ha deciso di lasciare Saling Hall, residenza d’epoca elisabettiana acquistata con la moglie negli anni Settanta, e di avvicinarsi con la famiglia a Londra. Molti sono stati i lotti italiani andati all’incanto a cifre decisamente più contenute: due magnum di Chianti Montesodi 2010 Frescobaldi (battuti a 100 sterline), un Barbaresco 2001 Gaja (110 sterline), un Barbera d’Alba Cavallotto 2004 (60 sterline), due magnum di San Leonardo 2003 (110 sterline), una magnum di Valpolicella Speri 2005 (50 sterline).

Tag: , , , , , ,

Leggi anche ...

Il Dosaggio Zero di Paillard presentato a Milano in anteprima mondiale
I commenti di Alessandro Torcoli
Il Dosaggio Zero di Paillard presentato a Milano in anteprima mondiale

In anteprima mondiale, persino in anticipo sulla Francia, Leggi tutto

Il mitico Petrus diventa 20% colombiano
Dal mondo
Il mitico Petrus diventa 20% colombiano

La conferma è arrivata da Bordeaux: Château Pétrus Leggi tutto

Lettera sull’avvento di un Master of Wine italiano
I commenti di Alessandro Torcoli
Lettera sull’avvento di un Master of Wine italiano

L’Italia attende ancora il suo primo Master of Leggi tutto