Dove cenare a Bari e Taranto. Le nuove mete gastronomiche

Dove cenare a Bari e Taranto. Le nuove mete gastronomiche

Quali sono le ultime novità della ristorazione (aperture, spostamenti, cambi al vertice…) nelle 20 città più popolose d’Italia? Ecco cosa vale davvero la pena provare se vi trovate a Bari o a Taranto.

Abbiamo individuato alcuni locali dove suggeriamo di mangiare nel 2019. Perché sono nuovi o aperti da un paio d’anni, profondamente rinnovati nell’ambiente, nella cucina o nella gestione, guidati da giovani o che hanno vissuto da poco cambi generazionali che li hanno rivoluzionati. Insomma buone tavole (non necessariamente solo “creative”, ma anche ottime trattorie o locali etnici) consigliate a chi è in cerca di novità e vuole anche bere bene.

Atipico

In un panorama ristorativo piuttosto fermo, ecco un locale appena aperto che si distingue per freschezza e qualità della proposta. Nome omen, è nel nome l’essenza dell’idea guida della cucina: l’A maiuscola privativa attaccata a Tipico, e poi la specifica ristorante pugliese. Ciro Parisi, Gioberto Loparco, Giuseppe e la cuoca Federica Tartaglia danno vita a un format che traduce la Puglia in piatti d’impronta moderna, come patate riso e cozze e le orecchiette al ragù con fonduta di canestrato. Belli e semplici gli interni, ampio il dehor che affaccia sul corso principale della città. Tra le proposte anche semplici piatti di salumi e formaggi, oppure pizze farcite con ingredienti di qualità. Buoni e indovinati i primi che spesso comprendono sia il pescato che le verdure e gli ortaggi di stagione. La carta dei vini racconta la ricchezza della Puglia in questo settore, mentre il conto consente a tutti di varcare la soglia senza pensieri.

corso Vittorio Emanuele II 61 – 347.90.82.514
https://atipico-ristorante-tipico.business.site/

Siddharta

Pino Russo

È un wine bar con cucina. È un posto di nicchia, dove arrivi perché ami la buona tavola di sostanza, apprezzi la ricerca delle materie prime e, se non ami la musica jazz, puoi iniziare una bella passione. In cucina ma anche alla Berkel a tagliare prosciutti c’è Pino Russo, ma è sempre lui che si occupa anche del servizio, aiutato dalla moglie Raffaella, e della selezione musicale. La sua cacio e pepe fa una spudorata concorrenza a quella delle migliori trattorie romane, ottima la selezione di salumi e formaggi. Alle pareti vecchie foto di musicisti jazz e sui tavolacci in legno mise en place semplice ma accogliente. Ma basta sfogliare il menu per capire di essere in un luogo in cui la ricerca dei prodotti d’eccellenza è quasi un bisogno per Pino, così come ascoltare la buona musica. Ottimi anche gli aperitivi, ma non vi aspettate di degustare un calice di vino con patatine in busta, da lui sono vietate. Al massimo taralli ricercati e ottimi salumi.

via Massari 3 – 333.40.70.647
Facebook Siddharta Taranto

Lo Speciale ristoranti prosegue su Civiltà del bere 2/2019. Se sei un abbonato digitale, puoi leggere e scaricare la rivista effettuando il login. Altrimenti puoi abbonarti o acquistare la rivista su store.civiltadelbere.com (l’ultimo numero è anche in edicola). Per info: store@civiltadelbere.com

Tag: , , , ,

© Riproduzione riservata - 08/08/2019

Leggi anche ...

Nasce Milano Wine Club, dedicato agli amanti del vino
Dall'Italia
Nasce Milano Wine Club, dedicato agli amanti del vino

Su modello londinese, nasce il Milano Wine Club. Leggi tutto

Bianco d’Alessano, tra i primi a essere innestato
Dall'Italia
Bianco d’Alessano, tra i primi a essere innestato

Il Bianco d’Alessano, oggi coltivato soprattutto a Martina Leggi tutto

Pinot nero Castelfeder: presentati tre nuovi cru
Dall'Italia
Pinot nero Castelfeder: presentati tre nuovi cru

La famiglia Giovanett, che nel 2019 festeggia 50 Leggi tutto