Dall'Italia Dall'Italia Civiltà del bere

Amarone a Teatro. Fino a maggio a Verona

Amarone a Teatro. Fino a maggio a Verona

Le Famiglie dell’Amarone d’Arte portano l’Amarone a teatro. Un programma di 10 concerti e spettacoli al Teatro Ristori di Verona, fino al 17 maggio, associati ad altrettante produzioni enologiche d’eccellenza della Valpolicella. «Vino, musica e teatro hanno tante affinità. Sono strumenti per far crescere la curiosità, la voglia di conoscere, di sentire e assaggiare», spiega la presidente Sabrina Tedeschi, presentando l’iniziativa.

Il vino come forma d’arte e cultura

La sinergia con il Teatro Ristori parte proprio dal vino, «inteso come alta forma d’arte e cultura, parte integrante della nostra vita e della nostra tradizione», racconta Alberto Martini, direttore artistico del teatro. «Abbiamo voluto essere promotori di questa iniziativa proprio perché ci troviamo di fronte a un’eccellenza assoluta, che ben si coniuga con la nostra proposta artistica e con le peculiarità del Teatro».

Amarone a Teatro

Lo spazio dedicato al vino è alle ore 19.15 nel foyer del teatro, dove i produttori di volta in volta protagonisti guideranno una degustazione gratuita delle loro etichette più rappresentative. L’iniziativa è riservata ai possessori del biglietto previa prenotazione obbligatoria (info@teatroristori.org). «L’obiettivo è far diventare il Teatro Ristori un luogo di aggregazione e di condivisione, oltre che di arte e cultura», spiega Martini. E proprio vino, musica e teatro «hanno la cultura della cordialità e dell’amicizia, sono capaci di fortificare lo spirito ed entusiasmare», conclude Sabrina Tedeschi.

I prossimi spettacoli

Dopo l’esordio il 13 gennaio con i vini di Masi Agricola e il terzo concerto Italian jazz style di Enrico Rava new4et, il programma dell’Amarone a teatro prosegue con:

  • 20 gennaio / Zenato e la musica barocca di Bach suonata dai Virtuosi Italiani nei concerti per 2, 3 e 4 clavicembali
  • 21 febbraio / Speri e lo spettacolo di Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura
  • 15 marzo / Guerrieri Rizzardi e l’orchestra sinfonica Streicher Akademie Bozen e Frank Peter Zimmermann al violino e come direttore
  • 21 marzo / Tedeschi e il jazz di Quintorigo e Roberto Gatto
  • 30 marzo / Torre d’Orti e il Concerto italiano di musica barocca “Notte, storie di amanti e guerrieri” diretto da Rinaldo Alessandrini
  • 5 aprile / Venturini e le danze della Colecciòn Tango della Compagnia de Leonardo Cuello
  • 13 aprile / Tenuta Sant’Antonio e le danze della Rioult Dance di New York “Serata Bach”
  • 4 maggio / Tommasi e le musiche barocche di Vivaldi, Pergolesi e Handel cantate dal contralto Sara Mingardo
  • 17 maggio / Allegrini e l’orchestra Filarmonica di Novosibirsk con Vadim Repin al violino

 

Tag: , , ,

Leggi anche ...

WOW! Le medaglie del primo concorso enologico di Civiltà del bere
I commenti di Alessandro Torcoli
WOW! Le medaglie del primo concorso enologico di Civiltà del bere

Nella vita di ogni rivista vi sono alcun Leggi tutto

Villa Sandi, il mondo del Prosecco a 360 gradi
Dall'Italia
Villa Sandi, il mondo del Prosecco a 360 gradi

L’azienda della famiglia Moretti Polegato, con sede in Leggi tutto

Vitello tonnato principe di Piemonte
Dall'Italia
Vitello tonnato principe di Piemonte

La tradizione vuole il taglio del girello Leggi tutto