1765-2015: Hennessy 250 Collector Blend

1765-2015: Hennessy 250 Collector Blend

Un traguardo storico, è il caso di dirlo, per un mito che non conosce età. La Maison Hennessy celebra i 250 anni dalla fondazione con un grand tour internazionale, che ripercorre le tappe che ne hanno segnato il successo nel mondo. E una nuova creazione dedicata all’anniversario: Hennessy 250 Collector Blend. L’itinerario, partito ufficialmente da Guangzhou (Cina) il 17 marzo, attraversa anche l’Italia con tappe a Milano, Roma e Napoli. E nella città di Expo 2015 Maurice Richard Hennessy, ottava generazione della famiglia e ambasciatore della Maison nel mondo, ha presentato al Bel Paese l’Hennessy 250 Collector Blend: una miscela che omaggia l’eccellenza e lo storico savoir-faire che contraddistingue la Maison.

hennessy-250-collector-blend-maurice-richard-hennessy

Maurice Richard Hennessy ha presentato a Milano Hennessy 250 Collector Blend

Il giro del mondo in 250 anni

Dal Settecento in poi, il Cognac Hennessy ha raggiunto progressivamente ogni continente, diventando simbolo di eccellenza cosmopolita. Dall’Europa agli Stati Uniti (arriva a New York nel 1794) fino all’Australia, al Sudamerica, all’Estremo Oriente, dove giunge a metà Ottocento. Un profondo multiculturalismo celebrato con documenti d’archivio, ritratti, video e collaborazioni artistiche nel corso di questo Grand Tour per il 250enario, che dopo Mosca, New York, Johannesburg si concluderà a settembre a Parigi, per il gran finale nella Ville Lumière.

Hennessy 250 Collector Blend: 250 anni, 250 barili, 250 litri

Affinato per almeno 10 anni in legno, il 250 Collector Blend è conservato in 250 barili di rovere Limousin realizzati a mano a La Sarrazine. I fusti sono calibrati appositamente per celebrare l’anniversario: anziché i soliti 270, contengono 250 litri ciascuno. L’acquavite riposava in una cantina di invecchiamento sulle sponde della Charente, vicino alla Founder’s Cellar. Nel calice, il colore ambrato e luminoso accompagna con sensualità le note aromatiche speziate, erbacee, dall’arancia amara alla liquirizia, allo zafferano; potenza e complessità seguono in bocca, che non manca mai di eleganza. Il decanter creato appositamente dalla designer Stéphanie Balini suggerisce la ricerca della perfezione di questo speciale blend con curve generose e linee pure, senza tempo.

Tag: , , , ,

© Riproduzione riservata - 20/05/2015

Leggi anche ...

Ipa, Pils e dintorni: è una questione di stile
Dall'Italia
Ipa, Pils e dintorni: è una questione di stile

I modelli internazionali degli stili di birra sono Leggi tutto

Milano Sake Challenge: al via la prima edizione
L'altro bere
Milano Sake Challenge: al via la prima edizione

Lunedì 11 novembre a Milano debutta il primo Leggi tutto

Solo rose bulgare per il Rosolio Carlotto
L'altro bere
Solo rose bulgare per il Rosolio Carlotto

Il liquore della tradizione mitteleuropea ha trovato una Leggi tutto